Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 apr 2022

A Cernusco il nuovo tempio del rugby

La Federazione italiana ha scelto il progetto presentato dal Comune della Martesana tra i venti proposti da tutto il Paese

19 apr 2022
barbara calderola
Cronaca
Il rendering del futuro impianto che dovrebbe ospitare le più importanti competizioni
Il rendering del futuro impianto che dovrebbe ospitare le più importanti competizioni
Il rendering del futuro impianto che dovrebbe ospitare le più importanti competizioni
Il rendering del futuro impianto che dovrebbe ospitare le più importanti competizioni
Il rendering del futuro impianto che dovrebbe ospitare le più importanti competizioni
Il rendering del futuro impianto che dovrebbe ospitare le più importanti competizioni

di Barbara Calderola

Il Comune ha già accantonato un milione e mezzo e chiede altri 3 milioni e 300mila euro al Pnrr. È ufficiale: su 20 progetti in lizza da Nord a Sud del Paese, la Federazione italiana rugby ha scelto di sostenere il nuovo impianto di Cernusco e adesso l’amministrazione può partecipare al bando “Sport e inclusione sociale” con l’obiettivo di aggiudicarsi i fondi necessari a realizzarlo.

Il sì della Fir era premessa indispensabile. Ultimo colpo della giunta dem prima delle elezioni per rimediare allo stop dell’ampliamento del Centro sportivo Enjoy che ha cambiato i piani sul futuro delle strutture in città. "L’avallo della Federazione sblocca la pratica e ci proietta nel bando", dice il sindaco Ermanno Zacchetti. Due i paletti del nuovo tempio della palla ovale, che secondo i tecnici strapperanno la vittoria alla gara: zero barriere architettoniche e l’elevata efficienza energetica; il nuovo impianto in via Buonarroti sarà Nzeb, cioè a consumo quasi nullo. Una regola che varrà per l’intero polo, il disegno prevede anche spogliatoi, magazzino, palestra, club-house e tribuna.

Non solo. Ci saranno un campo sintetico per gare ufficiali e un altro per gli allenamenti e per le partite dei più piccoli. "Cominciando da quanto avevamo già delineato e finanziato lo scorso anno miglioriamo ulteriormente l’intervento – spiega il primo cittadino –. La scelta della Federazione di sostenerci premia il piano di generare più percorsi per portare le strutture a disposizione di diverse discipline a livello nazionale. È un’eredità dell’anno da Città Europea dello Sport. Allo stesso tempo viene riconosciuta la validità della proposta del Rugby Cernusco, che conta ben 400 atleti in arrivo da tutta la Martesana e che nelle sue fila trovano un punto di riferimento sia per l’avvio al gioco che dal punto di vista della socialità e dell’inclusione".

"Il nuovo campo – aggiunge il sindaco Zacchetti – sarà un altro tassello di un percorso consolidato che stringerà ulteriormente il rapporto con la città. La promozione del rugby è il primo obiettivo, ma c’è anche la volontà di inaugurare un altro luogo aperto a tutti e in particolare a sinergie con realtà no-profit".

Cernusco punta a incassare la differenza che manca per la realizzazione dell’opera: 3,3 milioni sui 4,8 previsti, "a questo scopo – ricorda il sindaco – abbiamo già destinato 1,5 milioni".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?