Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 giu 2022
15 giu 2022

Temporali di calore: cosa sono, come si formano e quando

Dall'anticiclone Scipione con temperature oltre i 40 gradi a improvvisi acquazzoni: ecco perché

15 giu 2022
Lightning thunderstorm flash over the night sky. Concept on topic weather, cataclysms (hurricane, Typhoon, tornado, storm)
Temporale, foto generica (Archivio)
Lightning thunderstorm flash over the night sky. Concept on topic weather, cataclysms (hurricane, Typhoon, tornado, storm)
Temporale, foto generica (Archivio)

L'estate entra nel vivo con l'anticiclone Scipione, che è pronto a far soffrire di caldo tutta la Spagna con picchi di temperatura che sfioreranno i 45-46 gradi all'ombra. Questo caldo torrido è pronto anche ad arrivare in Italia soprattutto nelle giornate di giovedì 16 e venerdì 17 giugno. Non saranno esclusi però temporali di calore nelle ore più bollenti della giornata. Ma che cos'è questo fenome e come nasce?

Previsioni meteo: caldo rovente con Scipione, ma rischio temporali

 

Cosa sono

 

I temporali di calore sono precipitazioni intense e brevi, della durata di 30/40 minuti, spesso accompagnata da fenomeni elettroluminosi, cioè lampi e tuoni. Sono detti anche temporali convettivi o pomeridiani e sono caratteristici della stagione primaverile ed estiva (a cominciare dai mesi di aprile e maggio). A differenza dei temporali frontali (quelli classici), che vengono provocati dall'incontro tra aria calda e aria fredda ad alta quota, i temporali di calore nascono quando è il suolo ad essere troppo caldo.  

Come nascono

Quando il terreno riscaldato dal sole supera i 30°C infatti, esso inizia a riscaldare l'aria attorno a sé, creando dei cumuli, delle specie di bolle d'aria calda che iniziano a salire verso il cielo.. Queste bolle, quando raggiungono una certa altezza, si espandono, si aggregano e iniziano a raffreddarsi formando una nube di vapore acqueo. Naturalmente, maggiore è l'umidità, maggiore è la possibilità che si creino simili nubi. Queste nubi poi, raggiunte le giuste condizioni di condensazione del vapore, danno vita a brevi temporali - di norma della durata di mezz'ora, quaranta minuti - formati da rovesci e fulmini.

Dove sono più frequenti

I temporali di calore sono più frequenti nelle pianure lontane dalle coste poiché mancano dei benefici del mare, che mitiga le temperature delle zone vicine.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?