La squadra biancorossa domenica tornerà a giocare al "Martelli" dopo due trasferte di fila
La squadra biancorossa domenica tornerà a giocare al "Martelli" dopo due trasferte di fila

Mantova, 1 novembre 2019 - La marcia di avvicinamento del Mantova alla gara di domenica con il Mezzolara prosegue, accompagnata, a dire il vero, da qualche preoccupazione di troppo per una infermeria che continua ad accogliere nuovi “ospiti”. In vista del ritorno al “Martelli” dopo due trasferte consecutive, mister Lucio Brando dovrà sicuramente rinunciare a Giorgio e Serbouti, ma la partitella infrasettimanale vinta in casa dei veronesi del Mozzecane è stata rovinata dall’infortunio patito dal giovane Mascari, che di certo non sarà a disposizione nel match interno con gli emiliani che occupano la zona nobile della classifica (attualmente sono in quarta posizione e puntano a riscattare la brutta prova di domenica scorsa).

Le reali condizioni dell’attaccante verranno definite in seguito ad ulteriori controlli medici, così come rimane ancora da verificare l’effettiva situazione di un altro under che ha dovuto fare i conti con qualche acciacco di troppo in terra veronese come Carnicelli. Sempre per rimanere in tema “medico”, in questi giorni non si è allenato Pavan, alle prese con l’influenza, ma la speranza di Brando è quella di riuscire a recuperarlo almeno in extremis. Per questo dubbio e per tutti gli altri che stanno accompagnando l’allenatore virgiliano al match con un’altra rivale ostica come il Mezzolara, la parola definitiva verrà espressa dalla rifinitura di domani, che disegnerà nel dettagli lo schieramento del Mantova, pronto a ripresentarsi ai suoi tifosi dopo due settimane vissute “in viaggio”.

Due giornate che non hanno modificato la vetta della classifica del girone D, che vede sempre i biancorossi al comando con due punti di vantaggio sul Fiorenzuola, che rimane l’inseguitore più ravvicinato. Nello stesso tempo, però, la compagine di mister Brando non è riuscita ad allungare, dovendo fare i conti con rivali che hanno lottato sino in fondo su ogni pallone con grande volontà come è accaduto, per esempio, domenica a Crema. Avversari che hanno dimostrato una volta di più che il campionato sarà equilibrato e combattuto e non sarà, in ogni caso, una semplice passeggiata per Altinier e compagni. Al contrario, i virgiliani dovranno superare sul loro cammino ostacoli assai impegnativi ed è per questo che diventa molto importante ritrovare quella brillantezza di gioco e quel feeling con il gol che hanno caratterizzato le prime uscite stagionali di un Mantova che volava con il vento in poppa. Uno slancio ed un entusiasmo che la squadra di Lucio Brando è chiamata a presentare già domani per riuscire a fare bottino pieno con un Mezzolara che non è affatto intenzionato a tornare a casa a mani vuote.