Ritrovata la statuetta della Madonna rubata in Duomo a Mantova
Ritrovata la statuetta della Madonna rubata in Duomo a Mantova

Mantova, 6 dicembre 2019 -  E' stata ritrovata in pochi giorni la statua della Madonna gravida rubata nel Duomo di Mantova domenica scorsa. L'opera, di proprietà del parroco del Duomo don Renato Zanezini , era stata esposta il giorno prima del trafugamento in una cappella laterale della chiesa più importante di Mantova (dal punto di vista del diritto canonico). A restituirla al parroco sono stati gli uomini della Squadra mobile della Questura che per questa operazione si sono avvalsi dell'aiuto della Guardia di finanza.

A trafugare la Madonnina, una scultura alta 30 centimetri e pesante tre chili, di indubbio valore religioso ma molto meno quotata sul piano economico, è stato un ladro sacrilego di nazionalità italiana,di mezza età, con altri precedenti penali per furto. Era senza una lira, come gli accadeva spesso, e ha pensato che la sua salvezza fosse la misteriosa Madonnina, in grado di salvarlo da peccati, miseria e bancarotta. I conti però li aveva fatti male. Le telecamere che inquadravano i fedeli hanno ritratto anche lui e, tra le decine di persone che erano in  chiesa, la polizia lo ha inquadrato come possibile sospettato. Altre notizie giunte dalle Fiamme gialle e dai cittadini mantovani, scossi dall'evento, hanno condotto gli inquirenti nei locali che l'uomo occupava nell'immediata periferia del capoluogo. Qui e stata ritrovata la statuetta, che è stata poi riconsegnata al proprietario. Gli investigatori raccontano che il ladro, poco più che un clochard, mezza età, piccoli precedenti in passato, denununciato a piede libero, avrebbe voluto vendere l'oggetto (anche se non conosceva i canali della ricettazione d'opere d'arte) ma escludono che a dare a loro la dritta giusta sia stato un potenziale acquirente. "Ci ha aiutato anche la fortuna  - ha detto il nuovo capo della Mobile Samuele Rossi - Forse è stato un segno dall'alto".