Polizia a Mantova
Polizia a Mantova

Mantova, 11 gennaio 2021 -  E' costata cara a un gruppo di giovani e giovanissimi di buona famiglia la festa che hanno organizzato nella casa (momentaneamente vuota) di uno di loro. Chiamati da un vicino infastidito dalle urla e dalla musica ad altissimo volume, sono arrivati gli agenti di polizia e sono fioccate le multe. E' accaduto ieri sera in un bell'appartamento di via Principe Amedeo, pieno centro, a due passi dalla Prefettura.

La questura ha ricevuto una chiamata di un cittadino allarmato e una volante in pochi minuti è arrivata sul luogo. I poliziotti hanno bussato a lungo all'appartamento dopo aver notato che anche nell'androne c'erano giovani festaioli. Dall'interno alla fine ha aperto il 18enne figlio del proprietario di casa, che aveva organizzato l'improvvisato party. Con lui c'erano altri 11 ragazzi dai 18 ai 27 anni senza mascherina. La polizia li ha identificati e multati con 400 euro ciascuno per violazione delle leggi anticovid. C'è anche la possibilità che i loro guai non finiscano qui, a causa degli schiamazzi  che provocano disturbo della quiete pubblica. Un prezzo un po' caro, quindi, per una festicciola tra amici ma il questore Paolo Sartori ammonisce: "E' importante rispettare le regole per bloccare il contagio, oltre che per evitare sanzioni".