Picchia un minorenne sul treno Fiorenzuola-Lodi e gli porta via il cellulare: bloccato

L’autore dell’assalto ha mandato all'ospedale il giovane e, successivamente, un agente intervenuto sul luogo dell’aggressione

Gli agenti sono intervenuti alla stazione di Lodi in aiuto della vittima
Gli agenti sono intervenuti alla stazione di Lodi in aiuto della vittima

Lodi, 21 dicembre 2023 – Rapina e colpisce un minorenne e un agenti di polizia su un treno: bloccato. L’autore del doppio assalto, un africano di 25 anni, è stato individuato su un treno in arrivo alla stazione di Lodi e proveniente da Fiorenzuola: la sua posizione al momento è al vaglio. Il giovane rischia l’arresto.

L’allarme è scattato alle 15, quando l’extracomunitario ha improvvisamente messo nel mirino un minorenne al di sopra dei 14 anni. Secondo il racconto della vittima e dei presenti, gli avrebbe rapinato il cellulare e poi lo avrebbe costretto a consegnargli i codici di accesso. Gli avrebbe anche sferrato un pugno. Tutto questo è avvenuto sotto gli occhi di altri viaggiatori, accorsi in aiuto del minore, rimasto tumefatto per il colpo subito e molto spaventato per l’accaduto.

In particolare, lo hanno aiutato due ferrovieri liberi dal servizio e un passeggero straniero. Intanto è stato avvertito il capotreno e alla stazione di Lodi è subito intervenuta la Polfer. Il 25enne, però, non si è calmato, ingaggiando una colluttazione con gli agenti. Uno dei poliziotti, colpito mentre cercava di calmare il 25enne, è stato al pronto soccorso e ha ricevuto una prognosi di pochi giorni.

All’ospedale Maggiore di Lodi, intanto, i soccorritori si sono presi cura anche del minorenne che, per fortuna, non ha subito grossi traumi. In serata era in corso l’identificazione dell’aggressore, che in quel momento non aveva con sé documenti. È stato trattenuto per formalizzare le ipotesi di reato e valutare il provvedimento, arresto o denuncia a piede libero