Premiate otto donne in divisa: "Tanti sacrifici e soddisfazioni"

Donne in divisa premiate a Pavia per il coraggio e l'impegno dimostrato nella protezione delle vittime di violenza domestica. Riconoscimenti per salvataggi e servizio dedicato. Cerimonia in occasione della Giornata internazionale della donna.

Premiate otto donne in divisa: "Tanti sacrifici e soddisfazioni"

Gli otto simboli di coraggio e dedizione, al centro l’onorevole pavese Paola Chiesa

Un uomo minacciava di morte la moglie e i figli. Se il vice ispettore Daniela Iovine della Squadra Mobile di Pavia non l’avesse aiutata, sarebbe stata in forte pericolo. E lo era anche un’altra donna di Vigevano, convinta dal maresciallo ordinario dei carabinieri Simona Currenti a denunciare il marito che la maltrattava, ottenendo un decreto di allontanamento. Per la Giornata internazionale della donna, a Palazzo Mezzabarba sono state premiate otto donne in divisa.

La cerimonia, voluta nel 2015 dalla consigliera di FdI Paola Chiesa, ha offerto un riconoscimento a coloro che si sono distinte per merito e impegno. Una targa è stata donata a Claudia Nuozzi, in servizio alla Compagnia di Voghera della Gdf "per essersi adoperata al fine di salvare una persona da grave pericolo di vita attraverso un efficace intervento, impedendole di autoinfliggersi gravi lesioni con conseguenze irreparabili"; al vice ispettore della Penitenziaria di Pavia Anna Ferrara "per l’impegno profuso, per la capacità di adattamento nei vari incarichi affidati, per il senso di responsabilità e dedizione che mostra nel suo lavoro"; al vigile del fuoco di Pavia Simona di Marino "per la partecipazione a numerosi interventi (incendi sul territorio, alluvione in Emilia Romagna nel 2023) e per aver soccorso una persona con utilizzo di tute e attrezzature". Un riconoscimento è andato al sovrintendente scelto della Locale di Pavia Erminia Marabelli "per il lungo e diligente servizio reso" e alla volontaria della Croce Rossa di Pavia Alessia Cuffaro, responsabile operativo del Comitato, "che coordina 38 dipendenti che svolgono 15mila servizi l’anno, ottimizzando le risorse". A giugno concluderà il percorso alla Scuola Militare Teulié l’allievo scelto Rita Pia Canistro: "Un cammino di sacrifici e soddisfazioni uniche, che fuori non avrei mai potuto vivere".

M.M.