Lievita di un milione il conto per “coprire“ la vecchia discarica

La copertura dell'ex discarica a Maleo costerà di più a causa delle richieste di modifica degli enti preposti, portando i costi a quasi tre milioni e mezzo di euro.

Lievita di un milione il conto per “coprire“ la vecchia discarica

La copertura dell'ex discarica a Maleo costerà di più a causa delle richieste di modifica degli enti preposti, portando i costi a quasi tre milioni e mezzo di euro.

La copertura dell’ex discarica in località Cascina Sessa a Maleo costerà di più: le osservazioni, in sede di conferenza dei servizi da parte degli enti preposti, hanno infatti fatto lievitare i costi per la cui copertura ora dovranno essere richiesti a Regione Lombardia. D’altronde, a gennaio scorso, quando il Comune approvò lo studio di fattibilità la stima per la realizzazione dell’ultima fase delle operazioni di bonifica del sito e cioè il cosiddetto “capping“ (la coperta della collinetta di rifiuti inertizzati) si aggirava attorno ai due milioni e mezzo di euro. Successivamente, così come prassi impone, si è passati alla fase di verifica da parte di diversi organismi e da questo check up sono arrivate alcune richieste di modifica e integrazione, soprattutto da Regione Lombardia, Arpa e Provincia di Lodi. L’attenzione degli enti si è rivolta soprattutto sull’utilizzo dei terreni classificati nella colonna A per il “capping“, circostanza importante per poter far sì che, un volta terminata l’opera, la montagnola possa essere rinaturalizzata e tornare fruibile a funzione pubblica. Gli elaborati progettuali sono stati quindi aggiornati e il progetto esecutivo comporta una spesa che sfiora i tre milioni e 500 mila euro. M.B.