La flotta di Star Mobility diventa sempre più “green“. In strada nuovi bus ibridi

Viaggeranno nelle province di Lodi, Cremona e Milano

La flotta di Star Mobility diventa sempre più “green“. In strada nuovi bus ibridi

La flotta di Star Mobility diventa sempre più “green“. In strada nuovi bus ibridi

Star mobility, la compagnia di trasporti su gomma punta sempre di più al green. Sono entrati in servizio 22 mezzi, che viaggeranno delle province di Lodi, Cremona, e Milano e che sono stati realizzati con tecnologie d’avanguardia. Possono contare su contapasseggeri, sistema audiovisivo di informazione all’utenza, impianto di localizzazione e videosorveglianza per viaggi nel massimo comfort. Si tratta di veicoli ibridi, a metano e gasolio. "Il rinnovamento della flotta sempre più green di Star Mobility prosegue – afferma l’amministratore delegato Valentina Astori – su tutta la nostra rete, andando a migliorare gli standard di qualità e di sicurezza del nostro servizio. Stiamo vivendo un momento di profonda trasformazione e questi nuovi autobus rappresentano una delle tante iniziative di miglioramento". Sei mezzi, in particolare, sono Otokar Kent C10, a gasolio euro 6 step, che hanno 92 posti (22 a sedere più 70 in piedi) , con spazi per disabile in carrozzina e conducente. Sul fronte della sicurezza questi autobus hanno impianto antincendio e impianto frenante con sistema Ebs. Uno sarà usato nel servizio urbano di Lodi, mentre cinque nel servizio urbano di Cernusco sul Naviglio. Inoltre sono stati anche acquistati 6 Crossway Low Entry Cng a metano, destinati al servizio interurbano nella provincia di Cremona. Ognuno di essi ha 68 posti (45 a sedere più 23 in piedi), oltre a quello per un disabile in carrozzina. La sicurezza è garantita da un impianto antincendio, impianto frenante con sistema Ebs e antitamponamento Aebs.

A questi si aggiungono 10 Crossway Low Entry Mild Hybrid, due dei quali saranno usati per il servizio interurbano dell’Agenzia di Cremona, mentre otto serviranno le corse interurbane dell’agenzia di Milano e Lodi. Ognuno di questi dieci mezzi ha 76 posti (45 a sedere più 31 in piedi), spazio per un disabile in carrozzina e conducente. P.A.