I neo manager Asst: "Lavoro di squadra. Altrimenti non si fa il bene dei cittadini"

Il nuovo direttore generale Guido Grignaffini detta la linea. E garantisce: a Lodi la situazione del personale è privilegiata.

I neo manager Asst: "Lavoro di squadra. Altrimenti non si fa  il bene dei cittadini"
I neo manager Asst: "Lavoro di squadra. Altrimenti non si fa il bene dei cittadini"

Il neo direttore generale dell’Azienda sociosanitaria territoriale di Lodi, Guido Grignaffini, ha presentato la nuova Direzione strategica. "Sono tutte persone che conosco, abbiamo già collaborato in passato e sono sicuro che faremo un ottimo lavoro di squadra. Sia tra noi sia con il personale. Lavoriamo insieme per portare avanti i risultati. Altrimenti non si fa il bene dei cittadini", ha esordito. "A breve ci sarà il concorso per reperire il direttore della struttura complessa di Nefrologia, la questione più urgente, poi recluteremo i nefrologi – annuncia – Vogliamo far conoscere le Case di comunità ai cittadini, ai medici di medicina generale e a chi deve lavorarci. Daremo un’identità ai quattro presìdi ospedalieri territoriali, orientando gli investimenti. Ascolteremo i sindaci per capire le necessità". Per il neo dg "c’è qualche reparto in sofferenza di personale ma nel Lodigiano, tra anestesisti e medici di emergenza-urgenza, la situazione è privilegiata. Dopo la pandemia l’azienda si è ripresa bene, rifacendo ad esempio i Pronto soccorso".

Silvana Cirincione, nuovo direttore sociosanitario, ha spiegato: "Ho una lunga esperienza di territorio come ex direttore di distretto nella zona di Rozzano, vecchia Asl Milano 2. Nel 2016, con la nascita dell’Asst Melegnano Martesana, sono stata direttore del dipartimento Ricca e dal 2019 direttore sanitario nell’Ats Val Padana, passando alla programmazione e alla prevenzione. Noi puntiamo a una gestione del cittadino a tutto tondo. La sfida sarà mettere in piedi cure primarie e territoriali coinvolgendo i più vicini ai cittadini, i medici di medicina generale". Giovanni Monza, direttore sanitario, ha aggiunto: "Ho sempre ricoperto questo ruolo. L’organizzazione mi ha sempre interessato. Ho trovato persone molto creative. Stiamo organizzando incontri con i direttori delle strutture. Intendiamo creare una rete di collaborazione".

Andrea Pellegrini, scelto come direttore amministrativo: "Ho già avuto questo incarico al Sant’Anna di Como. Ho incontrato Ufficio tecnico e Risorse umane e chiesto massima attenzione ai progetti del Pnrr. Noi siamo un’azienda che eroga salute e la parte amministrativa dev’essere al servizio delle Direzioni. Occorre massima condivisione delle informazioni".