Crac all’alba tra Lodi e Secugnago. Guasto, puntuali i maxi ritardi

Un convoglio è arrivato a destinazione 109 minuti dopo il previsto. Altri sono stati cancellati

Crac all’alba tra Lodi e Secugnago. Guasto, puntuali i maxi ritardi
Crac all’alba tra Lodi e Secugnago. Guasto, puntuali i maxi ritardi

Treni in tilt, soppressioni e ritardi fino a 109 minuti per "colpa di un guasto". Il mese di febbraio è iniziato, ieri, con una mattinata di passione per i pendolari lodigiani che utilizzano le tratte ferroviaria Milano-Piacenza e Milano-Mantova. Un guasto all’alba alla rete, nel tratto tra Lodi e Secugnago, ha provocato una raffica di disservizi proseguiti per tutta la mattinata e che hanno creato problemi a migliaia di viaggiatori. I tecnici di Rete Ferroviaria italiana sono intervenuti immediatamente per cercare di ripristinare la problematica nel più breve tempo possibile ma il guasto ha richiesto alcune ore prima di essere risolto.

Nel frattempo tanti studenti e lavoratori lodigiani sono rimasti al freddo in attesa dell’arrivo dei convogli. Il guasto alla linea, per quanto riferito da Rfi, sarebbe avvenuto alle 5 del mattino fino ad essere risolto verso le 9.15. Sono rimasti coinvolti, sempre per quanto riferito da Rete Ferroviaria italiana, sette treni Intercity, di cui tre sono stati limitati nel loro percorso e undici treni regionali. Di questi sei sono stati cancellati parzialmente o totalmente. Con ritardi che sono arrivati a toccare il record di 109 minuti, per il regionale 10856 in partenza da Piacenza con destinazione Milano. Questo convoglio è partito dal capoluogo emiliano alle 7.53 anzichè alle 7.10 previste, a Codogno è arivato alle 8.09 rispetto alle 7.21 previste e alla fine ha terminato la corsa a Milano Lambrate alle 10.02 rispetto alle 8.14 previste. Ha collezionato poi ad esempio 98 minuti di ritardo il regionale 2158 Bozzolo-Milano Centrale atteso a Codogno alle 7.53 con destinazione Milano Centrale. Il regionale 10858 delle 8.19 a Codogno sempre diretto verso il capoluogo lombardo ha viaggiato con 78 minuti di ritardo.

Altri 27 minuti di posticipo poi per il regionale 10860 Piacenza-Milano Greco Pirelli atteso a Codogno alle 9.19. Infine, solo per citare i convogli diretti verso nord che hanno dovuto sopportare i disagi più pesanti, il regionale 2162 Bozzolo-Milano Centrale atteso a Codogno alle 9.53, dopo essere arrivato nel Basso Lodigiano con un posticipo di 27 minuti è arrivato a destinazione 57 minuti dopo il previsto. Identici disagi hanno dovuto affrontare i viaggiatori della direttrice opposta, coloro che da Milano o Lodi si spostano verso Piacentino, Cremonese e Mantovano. In questo caso ad esempio il 6.27 da Milano Centrale a Bozzolo è arrivato a destinazione 73 minuti dopo il previsto, il 7.42 Milano Greco Pirelli-Piacenza con 21 minuti di ritardo, il 10859 Milano Lambrate-Piacenza con 82 minuti di ritardo.