Comunità europea dello sport per il 2026. Spedita la richiesta

Codogno e altri comuni chiedono di essere riconosciuti "Comunità Europea dello Sport 2026" per valorizzare il territorio e promuovere eccellenze attraverso lo sport.

Comunità europea dello sport per il 2026. Spedita la richiesta

Codogno e altri comuni chiedono di essere riconosciuti "Comunità Europea dello Sport 2026" per valorizzare il territorio e promuovere eccellenze attraverso lo sport.

Dopo le intenzioni di massima, le delibere di Giunta, ecco la lettera spedita ad Aces Europe per chiedere formalmente di essere riconosciuti “Comunità Europea dello Sport 2026“. La missiva è stata spedita mercoledì dall’ente capofila dell’iniziativa, Codogno, ma l’adesione al progetto è arrivata anche dai comuni di Casalpusterlengo, Castiglione d’Adda, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia e Pizzighettone. "Per la nostra comunità si tratta di una sfida finalizzata alla valorizzazione delle peculiarità del nostro territorio, “Terra di Fiumi“ che abbraccia due provincie ed è bagnata da due dei fiumi, l’Adda e il Po, per giocare insieme al Basso Lodigiano e al Basso Cremonese una partita ambiziosa, sfruttando l’esperienza maturata lo scorso anno, che possa promuovere le nostre eccellenze, attraverso la lingua universale dello sport – si legge nella nota –. Storia, cultura, tradizioni e sport saranno i cardini del nostro impegno e i comuni aderenti intendono guardare al futuro giocando le carte dell’attrattività e della sinergia, cogliendo l’occasione per lavorare insieme verso un obiettivo comune". M.B.