Appello di Umanità Lodigiana: le associazioni facciano “rete”

La Fondazione Umanitaria di Lodi apre l'attività con un incontro sul tema dell'immigrazione, con la partecipazione del giornalista Gabriele Del Grande e dell'attore senegalese Mohamed Ba. Saranno raccontate storie di diverse culture e sarà offerto un rinfresco con pietanze internazionali. L'ingresso è a offerta libera e si può prenotare un posto donando 10, 30 o 50 euro. L'iniziativa fa parte dei tre pilastri di interesse della Fondazione per il 2024: immigrazione, comunità energetiche e mobilità lenta.

Appello di Umanità Lodigiana: le associazioni facciano “rete”
Appello di Umanità Lodigiana: le associazioni facciano “rete”

Fondazione Umanitaria apre l’attività con un incontro che lunedì 15 febbraio al Cinema Fanfulla avrà per protagonista il giornalista, regista e ricercatore Gabriele Del Grande, tema "Il secolo mobile, liberi di partire, liberi di restare". Oltre al giornalista sarà presente in sala Mohamed Ba, attore e musicista senegalese, immigrato in Europa da 25 anni, è impegnato nella lotta al razzismo ed al dialogo con le culture. Conoscitore di numerose cantastorie, Mohamed viene da una famiglia che si tramanda questi racconti da generazioni: storie che sono simbolo della cultura di un popolo e che verranno raccontate al cinema Fanfulla. All’ingresso della sala sarà organizzato anche un rinfresco con pietanze di varie nazionalità. L’ingresso sarà a offerta libera, è possibile fare una donazione fin da oggi per prenotare uno o più posti, iscrivendosi all’appuntamento sul sito di Fondazione Comunitaria di Lodi e facendo un bonifico di 10, 30 o 50 euro, con causale Fondo Umanità Lodigiana. Con questo appuntamento la rete apre la sua attività 2024. Pito Maisano, promotore dell’iniziativa e membro del gruppo organizzativo di Umanità Lodigiana, ha spiegato che "tre sono i nostri pilastri di interesse del 2024. Immigrazione, comunità energetiche e mobilità lenta. Quella che qui facciamo è una call to action a tutte le associazioni del territorio, chiunque voglia dare una mano è invitato. Ad oggi 37 associazioni partecipano, ma noi fatichiamo a raggiungere tutte quelle nuove associazioni, circoli e movimenti culturali nati in questi anni".

Piera Rossi, una delle anime di Umanità Lodigiana ha spiegato come "non ascolteremo letture, ma dei ragionamenti e delle risposte a questi problemi. Speriamo che i racconti orali, insieme all’aspetto culinario, innestino dei ragionamenti nel pubblico" Anche l’assessora Mariarosa Devecchi (deleghe ai bandi, partecipazione, politiche per la casa), presente al varo dell’iniziativa, ha voluto sottolineare come "anche io intendo il mio ruolo come rete, come collegare e aiutare le realtà del terzo settore presenti nella città". Luca Pacchiarini