Altro guasto all’infrastruttura. Disagi sui binari

Disagi ferroviari a Piacenza: guasto all'infrastruttura causa ritardi fino a 80 minuti per i pendolari lodigiani. Critiche e richieste di soluzioni da parte dei viaggiatori.

Altro guasto all’infrastruttura. Disagi sui binari

Altro guasto all’infrastruttura. Disagi sui binari

CODOGNO (Lodi)

Guasto all’infrastruttura ferroviaria a Piacenza, disagi sulle linee e nuova mattina di passione per i pendolari lodigiani. Anche ieri mattina ci sono stati ritardi, cancellazioni e limitazioni ai treni. Già venerdì e lunedì, sulla linea convenzionale Milano-Piacenza, i viaggiatori avevano dovuto affrontare disagi per un doppio guasto agli impianti di circolazione nel nodo di Milano, con ritardi di alcuni treni, fino a 35 minuti il primo giorno e fino a 110 il secondo. Ieri, invece, i pendolari diretti a Piacenza hanno accumulato quasi 80 minuti di ritardo per un treno rimasto fermo a lungo in stazione a Codogno. "Il treno 10859 in partenza da Milano Greco Pirelli alle 8.42 e diretto a Piacenza dove sarebbe dovuto arrivare alle 9.53 - ha spiegato Trenord – è ripartito dalla stazione di Codogno solo alle 11. Si è verificato un guasto all’infrastruttura che ha portato ad accumulare ritardi fino a 76 minuti". Ripercussioni anche sull’alta velocità. La linea Milano-Bologna alle 11 era in graduale ripresa, mentre la linea Milano-Bologna convenzionale era tornata regolare. Oltre al treno fermo quasi ottanta minuti sono però stati registrati altri effetti sulla mobilità ferroviaria: un Intecity è stato limitato, tre Regionali hanno avuto rallentamenti fino a 90 minuti, tre Regionali sono stati limitati e altri due cancellati. "Si tarda per andare a lavorare e anche per tornare a casa, non ne possiamo più di giustificarci per il disservizio delle ferrovie. È ora che i problemi vengano risolti" ha spiegato Alessandro Grecchi, poeta pendolare di Caselle Landi e uno dei viaggiatori che hanno subito il disagio.

Paola Arensi