Aldo Monza in occasione dei festeggiamenti per la promozione
Aldo Monza in occasione dei festeggiamenti per la promozione

Legnano (Milano), 30 giugno 2016 -  Grazie Legnano! Malgrado le strade tra mister Aldo Monza e i lilla si dividano ufficialmente dopo la promozione in serie D è questo il primo sentimento che Monza esprime nei confronti dell'esperienza legnanese. Ora la società del patron Gaetano Paolillo dovrà individuare al più presto il giusto successore per il prossimo campionato con al momento ancora diverse ipotesi da vagliare prima di compiere una scelta definitiva. Intanto mister Monza ringrazia e saluta sportivamente tutti dopo un’annata indimenticabile: "Le strade si sono separate di comune accordo, dispiace perché quella che si era appena conclusa è stata una stagione bellissima  - spiega l'ex allenatore dei lilla - culminata con il salto di categoria agognato da una piazza storica del calcio italiano".

"E’ stata - continua il tecnico - un’esperienza davvero straordinaria e indimenticabile per me perciò tengo a ringraziare tutti coloro che hanno lavorato dallo staff al magazziniere Emilio, tutti i ragazzi della squadra, con un riconoscimento particolare ai tifosi che mi hanno dimostrato tanto affetto". Molto probabilmente mister Monza approderà al Ciserano e tornerà da avversario dei lilla allo stadio Mari nel prossimo torneo: "Uno stadio così, una platea del genere sono cose veramente belle per chi ama il calcio e auguro le migliori fortune sportive ai lilla". Lilla che dopo i colloqui di questi giorni con il direttore sportivo Guidetti capiranno chi ancora farà parte o meno del progetto agonistico della D per il prossimo campionato. Il tutto in attesa che si sistemi poi al più presto la questione prioritaria della panchina. 

Se come ha lasciato intendere il patron Paolillo in via confidenziale finora sono stati in molti gli allenatori in circolazione a proporsi alla guida tecnica dell’Ac Legnano, occorrerà individuare il giusto profilo all’altezza della storia calcistica lilla e di un campionato molto duro come contenuti tecnico-tattici di una quarta serie nazionale, che potrà vedere allestito un girone di ferro con tante sfide dal sapore antico, a cominciare dal derby con la Pro Patria appena retrocessa in serie D. E si sa che quelle sono partite che valgono per la rivalità stagioni intere per qualsiasi allenatore ci si voglia misurare.