Una lavanderia finita nel mirino. Due colpi nell’arco di ventiquattr’ore

Il negoziante ha condiviso sui social il video con il malvivente in azione

Una lavanderia finita nel mirino. Due colpi nell’arco di ventiquattr’ore

Sui social sono comparsi i filmati che mostrano una persona con il volto coperto entrare nella lavanderia

Un furto nella notte con danni alla porta d’ingresso e la cassa svuotata. E dopo 24 ore la stessa effrazione messa in atto dallo stesso ladro che torna a colpire senza nessuna remora. E’ facile capire l’amarezza del commerciante saronnese che ha deciso di condividere sui social la foto del video in cui si vede il malvivente che l’ha preso di mira. Così su Facebook sono comparsi i filmati che mostrano una persona con il volto coperto dal cappuccio della felpa e sciarpa che con una spallata alla porta entra nella lavanderia di via Pertini. Si allunga sul bancone prende le monetine del fondo cassa, fruga nei cassetti e poi si allontana.

E il giorno dopo la stessa scena con lo stesso ladro che sposta i pannelli provvisori che chiudono la porta d’ingresso danneggiata il giorno precedente e fruga nella cassa prima di allontanarsi. E’ il doppio furto subito da una lavanderia in piazza Pertini che ha spinto il proprietario a condividere i video su Facebook con un messaggio breve ma chiaro e a chiedere aiuto nella speranza di identificare il ladro.

Del resto i video mostrano l’uomo travisato mettere a segno due furti fotocopia. Il primo giorno sfonda la porta a spallate, entrato nel negozio fruga la cassa, alcuni cassetti e poi si allontana. Il secondo giorno, con una grande audacia, torna in azione. Questa volta non servono neanche le spallate: sposta i pannelli che chiudono la porta danneggiata, entra, fa il suo sopralluogo e se ne va. Per i proprietari una grande amarezza, non tanto per il bottino, le monete del fondo cassa, ma soprattutto per i danni e la sensazione di insicurezza. Sentimenti che si ritrovano anche nei commenti dei caronnesi indignati per l’accaduto e solidali con la vittima. Gli stessi umori condivisi dai solaresi che hanno commentato la settimana scorsa un’effrazione analoga messa a segno ai danni di una lavanderia automatica di Solaro. Anche in quella circostanza il proprietario esasperato dai furti aveva condiviso i video delle effrazioni su Facebook.Sara Giudici