Tre accoltellati in otto giorni. Il centrodestra schiera i big per chiedere più sicurezza

Saronno, flashmob in piazza Libertà con bandiere e tante richieste

Tre accoltellati in otto giorni. Il centrodestra schiera i big per chiedere più sicurezza

Tre accoltellati in otto giorni. Il centrodestra schiera i big per chiedere più sicurezza

Saronno, 23 settembre 2023 – Sicurezza a Saronno: dalla politica un appello a non spegnere i riflettori mantenendo alta l’attenzione sulle criticità presenti in città che preoccupano cittadini e commercianti. Giovedì sera il centrodestra di Saronno ha fatto squadra e ha schierato i big per chiedere più sicurezza in città. A partire dalle 19 i delegati cittadini di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia si sono ritrovati in piazza Libertà con le bandiere e tante richieste per l’Amministrazione comunale. Un flash mob ufficialmente ma soprattutto un momento per mettere insieme le voci e chiedere, con la presenza sul territorio, più attenzione e un impegno concreto per la sicurezza. Lo hanno fatto da piazza Libertà uno degli spazi dei cittadini "che i saronnesi hanno paura a vivere e frequentare per la mancanza di sicurezza ma anche di decoro".

Ci sono proprio tutti coordinatori e segretari cittadini (da Angelo Veronesi a Maria Assunta Miglino), capogruppo e consiglieri comunali (Sala, Raffaele Fagioli, Gianpietro Guaglianone) e tanti volti noti del centrodestra saronnese dagli ex assessori Dario Lonardoni e Maria Elena Pellicciotta all’ex sindaco Alessandro Fagioli a Marina Ceriani che con Flavio Armanini rappresentano Fratelli d’Italia in città. Si parte col ricordare gli ultimi episodi che hanno allarmato la città dai 3 accoltellamenti in 8 giorni alla maxi rissa partita dalla molestia a una 56enne. Non sono mancati i vip da Massimilano Romeo senatore della Lega arrivato di corsa dall’aeroporto di Linate pur di esserci all’europarlamentare Isabella Tovaglieri tra le prime ad arrivare in piazza con il super leghista Elio Fagioli. Pronto a parlare con i saronnesi Simone Longhini di Forza Italia mentre il consigliere comunale Emanuele Monti sui fatti avvenuti in città dalle risse agli accoltellamenti che crea un parallelismo con quanto succede nel capoluogo Varese. La richiesta è semplice: più attenzione e un impegno più concreto per la sicurezza da parte di un’Amministrazione assente sul tema e che tende a fare scaricabarile e ad accampare scuse. Si parla della commissione Sicurezza non convocata, di una polizia locale con l’organico ridotto al minimo storico e su una generale tendenza a minimizzare "le segnalazioni e il vissuto dei saronnesi". E l’Amministrazione?

L’unico a parlare è Francesca Licata: "È positivo che sia attenzione sul tema della sicurezza nella nostra città. Chiedo allora a questi signori che siedono nelle sedi di governo sia lombarde, che nazionali e financo europee, se sapranno farsi tramite delle precise richieste del sindaco di Saronno per fronteggiare questo problema". Sara Giudici