L’appello della cooperativa: "Aziende, dateci del lavoro"

La sartoria nata due anni fa all’interno della onlus “Il Fiore“ di Magenta offre un impiego a donne in difficoltà, ma ha bisogno del sostegno delle pmi.

L’appello della cooperativa: "Aziende, dateci del lavoro"

L’appello della cooperativa: "Aziende, dateci del lavoro"

È stata aperta due anni fa la sartoria sociale all’interno della cooperativa sociale Il Fiore di Magenta. Ha dato occupazione a cinque donne in condizioni di fragilità e, tre di queste, hanno trovato lavoro. Una soddisfazione per la cooperativa di via Piave, quartiere nord della città, che dimostra con i fatti quanto sia importante questa realtà nata ormai 22 anni fa. E dove ieri è stato aperto al pubblico, per il sabato prepasquale, il laboratorio creativo dove sono state esposte le bomboniere adatte per i vari eventi e gli oggetti ricavati dal cucito creativo.

"Nel laboratorio creativo – sottolinea Mirella della cooperativa – troviamo prodotti molto carini come cestini per il pane, canovacci, tovagliette, pupazzetti, fermaporta e borse. È il nostro punto vendita che può essere visitato anche in settimana e che abbiamo voluto aprire il sabato per consentire a tutti di venire a trovarci". La cooperativa Il Fiore, nata grazie alla fondatrice Giuditta Ranzani, riceve periodicamente numerose richieste di attivazione di tirocini. Lavora nel campo dell’assemblaggio degli occhialini per piscina garantendo occupazione a numerose persone sempre in situazioni di fragilità. Maddalena Alemani è la coordinatrice pedagogista. È lei che segue da vicino tutta l’attività svolta quotidianamente dai ragazzi e lancia un appello: "Mi rivolgo alle aziende del territorio – ha detto –: venite a trovarci per conoscere da vicino quello che facciamo. Oltre all’attivazione di tirocinanti siamo sempre alla ricerca di nuove commesse di lavoro".

Dall’assemblaggio al confezionamento, dalla cartotecnica al conteggio al controllo della qualità: "Siamo sempre alla ricerca di nuove aziende che desiderano collaborare con noi". Collaborare con la cooperativa Il Fiore vuol dire garantire un futuro a chi è svantaggiato e poter contare su un lavoro di qualità. Il ruolo della cooperativa Il Fiore è di primaria importanza per tutto il territorio, soprattutto per le famiglie di ragazzi svantaggiati. Stefano si reca tutti i giorni da Vittuone, dove vive, alla cooperativa Il Fiore di Magenta ed è uno dei lavoratori storici all’interno dell’edificio di via Piave.

"Mi trovo benissimo alla cooperativa – ha commentato – lavorare con Maddalena, Mario, Giuditta e tutti gli altri è molto bello. Utilissimo per me e per la mia mamma".