Insulti e urla contro l’arbitro, multa di 800 al Legnano: ma i tifosi lilla non potevano essere allo stadio. Ecco cosa è successo

Al Mar ingresso vietato agli ultrà di casa per la partita di domenica con la Clivense. Allora chi ha offeso il direttore di gara? Le ipotesi e i possibili retroscena

Una fase di gioco di Legnano-Clivense

Una fase di gioco di Legnano-Clivense

Legnano, 6 marzo 2024 –  Multa di 800 euro al Legnano “per avere propri sostenitori rivolto reiterate espressioni offensive e assunto atteggiamento minaccioso all’indirizzo del direttore di gara”. Questa la decisione del giudice sportivo dopo quanto accaduto domenica nella gara del Mar fra lilla e Clivense.

Peccato che di tifosi del Legnano allo stadio non c’era l'ombra, visto che l'entrata era stata consentita, sempre per decisione del giudice sportivo, ai soli tifosi ospiti provenienti da Verona. Le ipotesi che prendono piede in queste ore sono che qualche tifoso di casa, mascherato da sostenitore della Clivense, sia comunque entrato allo stadio ed abbia rivolto offese all'arbitro.

Una seconda ipotesi invece è quella che in tribuna al Mari ci sia stato qualche tesserato lilla che non aveva gradito la direzione di gara. Ad ogni modo è l'ennesima multa che arriva in casa legnanese dopo quelle della gara col Crema e quella esterna di Pero contro il Club Milano.