Il nuovo impianto natatorio in sinergia con i privati: "Soluzione a problema annoso"

Via libera con i finanziamenti di 12,9 milioni di Bcc Leasing e di 2,5 del Pnrr

Il nuovo impianto natatorio in sinergia con i privati: "Soluzione a problema annoso"

Il nuovo impianto natatorio in sinergia con i privati: "Soluzione a problema annoso"

Bcc Leasing ha perfezionato un finanziamento di 12,9 milioni per la progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione per 20 anni del nuovo impianto natatorio nel Comune di Legnano. L’operazione in sinergia con Bcc Busto Garolfo e Buguggiate e in Associazione temporanea di impresa con Techne spa, A&T Europe spa (costruttori) e P&G srl (gestore) ha beneficiato dei fondi del Pnrr per ulteriori 2,5 milioni. L’iniziativa sfrutta la sinergia tra il contributo Pnrr ottenuto dal Comune e la locazione finanziaria di opera pubblica per realizzare, entro il 2026, un impianto per le associazioni sportive legnanesi e le comunità locali che potranno tornare ad avere un punto di riferimento per il nuoto e le attività ludiche.

Nel dettaglio, la struttura – che sorgerà tra via Gorizia e viale Toselli – avrà una vasca bambini e due vasche interne da 25 metri: una agonistica da 8 corsie e una da addestramento/riscaldamento in caso di gare da 4 corsie, profonde rispettivamente 2 e 1,2 metri. Ci saranno inoltre una tribuna con capienza di 200 posti, spogliatoi e un ingresso con bar e reception che affaccerà su una vetrata dalla quale si potrà assistere ai corsi. Il tutto in un edificio con prestazioni energetiche del 20% inferiori alla soglia fissata per gli edifici a consumo energetico molto basso. Infine, sarà riqualificata la vasca estiva da 50 metri, ridefinita con tre diverse aree funzionali: una dedicata al nuoto non agonistico e al fitness, una relax e lo spray park per i più piccoli. Grazie a questa operazione una comunità con un bacino di utenza di più di 70mila persone avrà a disposizione un ambiente funzionale e idoneo alla crescita sportiva, al benessere e al tempo libero, per dodici mesi all’anno.

"Per noi è motivo di grande soddisfazione aver individuato nella partnership pubblico/privato lo strumento che ha aperto la strada alla soluzione di un problema annoso per Legnano, come quello dell’impianto natatorio – ha detto il sindaco Lorenzo Radice (nella foto) –. Dell’insufficienza del vecchio impianto si parla da quindici anni, ma alla fine del 2019, a seguito del crollo di una vetrata, la piscina legnanese è entrata in una fase difficile, che si è ulteriormente complicata negli anni successivi, al punto da rendere necessaria non la ristrutturazione ma la realizzazione di un nuovo impianto. Grazie al concorso dei componenti del raggruppamento temporaneo d’impresa, fra cui Bcc Leasing, Legnano potrà finalmente disporre di una struttura all’altezza della sua tradizione natatoria e in linea con le esigenze di utilizzo sempre più articolate espresse dagli utenti".

Christian Sormani