Smog, il Wwf chiede domeniche senza auto a Legnano

Il sindaco Radice: "Ringrazio, condivido e raccolgo l’invito per combattere i livelli di inquinamento atmosferico di queste settimane"

L'inquinamento è a livelli altissimi nel Legnanese

L'inquinamento è a livelli altissimi nel Legnanese

Legnnao (Milano), 21 febbraio 2024 - L’amministrazione comunale legnanese raccoglie l’invito del WWF e rilancia per un’iniziativa contro l’inquinamento atmosferico.

Proprio dal confronto con il WWF Insubria, ieri sono già cominciati i contatti con alcune realtà che si occupano di inquinamento, aria e verde (associazioni ambientaliste del territorio e PAM) per un incontro in tempi stretti per condividere una strategia che possa mettere a sistema gli sforzi per l’ambiente che Legnano e altri Comuni della zona stanno portando avanti anche interessando Città Metropolitana e Regione.

"Ringrazio, condivido e raccolgo l’invito arrivato ieri dal WWF per combattere i livelli di inquinamento atmosferico in queste settimane – sottolinea il sindaco Lorenzo Radice.  – Come città stiamo facendo tanto: dalla riduzione dei riscaldamenti negli edifici pubblici ai lavori di efficientamento energetico alle piantumazioni di alberi fino all’impegno per promuovere la mobilità sostenibile. Ma è evidente da soli non si va da nessuna parte, per esempio che una città blocchi il traffico per una domenica se intorno altri comuni non agiscono nella stessa maniera rischia di creare più traffico di quello che si ferma. Per questo oggi abbiamo cominciato a confrontarci con il WWF per riunire associazioni ambientaliste e chiedere agli organi superiori, Regione e Città Metropolitana, iniziative come le domeniche senz’auto su un’area vasta, la possibilità di ulteriori limitazioni al funzionamento orario dei riscaldamenti o l’abbassamento della temperatura da tenere in casa. Naturalmente siamo anche favorevoli a iniziative a livello di città, territorio metropolitano e regionale sempre con il concorso delle associazioni, che possano sensibilizzare la cittadinanza a stili di vita più sostenibili».

Commenta Lorena Fedeli, assessore alla Città futura: «La situazione di queste settimane rafforza la nostra convinzione nel continuare a Legnano con una politica ambientale che spinga sull’efficientamento energetico degli edifici e sulla riduzione dei consumi per i quali stiamo investendo milioni di euro PNRR su scuole, edifici pubblici e teleriscaldamento; sulla mobilità sostenibile, rispetto alla quale stiamo realizzando la Bicipolitana, e sulla riforestazione urbana per cui con Superbe abbiamo già piantato tremila seicento alberi e altri ne pianteremo con Forestami in questo fine settimana nell’Oltrestazione, oltre alla riqualificazione arborea del Parco Castello e di altre zone verdi colpite dal maltempo del luglio scorso. Sono tutte azioni imprescindibili per garantire un futuro alle nuove generazioni che però necessitano di essere messe a sistema con le associazioni e con un territorio più ampio. Noi ci siamo»