Crescono gli “occhi elettronici”. Nuovi varchi d’accesso alla città

Alla fine, con le ultime installazioni, il comune sarà dotato di 74 telecamere in diversi punti e 8 all’ingresso

Crescono gli “occhi elettronici”. Nuovi varchi d’accesso alla città

Crescono gli “occhi elettronici”. Nuovi varchi d’accesso alla città

Il bilancio appena varato prevede 40mila euro per sistemare e incentivare il sistema di sicurezza e di videosorveglianza in paese. Sul tema arrivano anche i finanziamenti di Regione Lombardia proprio per implementare il sistema di videosorveglianza cittadina anche all’interno dei parchi comunali. Alla fine, con le nuove installazioni, il comune sarà dotato di 74 telecamere in diversi punti del paese e ben 8 varchi sistemati all’ingresso del paese al confine con i diversi paesi limitrofi. inoltre è stato previsto uno stanziamento di 4.000 euro per gli allacciamenti elettrici necessari a garantirne il funzionamento. Poi nuovi attraversamenti pedonali rialzati ed illuminati in via Magenta ed in via Toti.

Già nel 2022 l’amministrazione comunale di Canegrate aveva affidato alla società legnanese Euro.Pa l’installazione di telecamere e portali per la lettura delle targhe dei veicoli come previsto e finanziato dal bando del ministero dell’Interno per iniziative di prevenzione e contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Quasi 60 mila euro all’epoca sono stati destinati alla fornitura e messa in opera di due dispositivi di lettura targhe in diverse vie del territorio comunale con relativo software di gestione "nell’ottica di perseguire un miglioramento complessivo delle tematiche relative alla sicurezza, avendo apparecchiature nonché software gestionali omologhi a quelli attualmente installati presso il comune".

Un progetto che era stato approvato e finanziato dal Viminale per implementare il sistema di videosorveglianza mediante l’adozione di un sistema di rilevazione targhe in ingresso e in uscita in via D’Annunzio e in via Udine-Forlì, oltre al posizionamento di "telecamere di contesto". A Dairago invece si punta su un bando regionale per implementare la videosorveglianza a disposizione del comando di polizia Locale. Nei giorni scorsi il comune ha dato via libera al progetto con il quale punta ad accedere alle risorse messe a disposizione dalla Regione tramite l’edizione 2024 del bando per l’assegnazione di cofinanziamenti "per l’acquisto di dotazioni tecnico strumentali, rinnovo e incremento del parco veicoli, destinati alla Polizia Locale".