Chiude Bennet a Legnano, addio al supermercato dopo 59 anni

I venti addetti del punto vendita saranno assorbiti da altri negozi del gruppo, Serie di incontri tra sindacati e proprietà sul destino dell’area commerciale

Supermercato Bennet (archivio)

Supermercato Bennet (archivio)

Chiude il Bennet a Legnano e i 20 lavoratori del punto vendita del centro cittadino saranno assorbiti dagli altri negozi del gruppo. In sostanza: quattro lavoratori andranno nel punto vendita di Vanzaghello, una dozzina andranno al Bennet di Nerviano, due in quello di Sedriano e uno lavorerà in direzione. Rimane in bilico una dipendente sulla quale c’è una situazione di incertezza perché è in malattia da tempo. Fabio Toriello segretario della Filcams Cgil Ticino Olona, spiega: "Si tratta di una lavoratrice attualmente in malattia e al suo rientro si capirà dove sarà collocata".

In questi giorni ci sono stati incontri ripetuti tra le parti sindacali e la proprietà per capire anche quale sarà il futuro dell’area commerciale che dopo ben 59 anni chiude i battenti a Legnano. Immensi spazi che al momento resteranno chiusi dal prossimo 6 gennaio, ultimo giorno di apertura del Bennet. Toriello spiega: "Al momento sembrerebbe che non ci sia alcun interessato, ma è ancora tutto da capire". Una chiusura attesa da tempo quella del Bennet di Legnano dopo che da maggio gli spazi commerciali sono stati ridotti per una "riorganizzazione" voluta dalla proprietà. Il Bennet aprì il suo spazio commerciale a Legnano in corso Italia il 6 settembre del 1965. Gli spazi commerciali furono suddivisi in due piani da 600 metri quadri e 400 metri quadri con una quindicina di dipendenti all’epoca.

L’azienda Bennet fu fondata nel 1965 e venne poi rilevata dai fratelli Ratti, Enzo e Sergio, commercianti titolari di un negozio di alimentari nel centro di Como che, progressivamente, allargarono i punti vendita sul modello degli store americani. Nel 1964 venne rilevato il magazzino di Legnano che diventò il primo negozio a marchio Bennet. La storia dei supermercati Bennet nasce con una grande storia d’amore. Enzo Ratti e la signora Gianna si sono conosciuti a un corso per vetrinisti a Monte Olimpino e si sono innamorati; due menti forti, due imprenditori di successo. Il primo piccolo super in viale Rosselli: il Ral market: novità assoluta per Como il potersi servire da soli in un negozio. Un successo e Enzo Ratti pensa ad espandersi. Nel 1964 apre un punto vendita a Legnano: vende abbigliamento insieme ad alimentari. Anche Legnano vola e nel 1965 al punto vendita viene dato il nome Bennet, ispirandosi al nome del cantante Tony Bennet, amato da Enzo Ratti, grande appassionato di musica. Oggi il marchio conta 61 ipermercati e superstore.