DANIELE DE SALVO
Cultura e Spettacoli

Nameless Festival 2024, tutte le novità della decima edizione: dai big del pop all’acqua gratis

Parte il festival brianzolo che richiama spettatori da tutta Europa (e oltre): Annalisa, Angelina Mango e gli immancabili dj set. "Stop ai token e acqua gratis"

Tutto pronto per la decima edizione del NamelessFestival

Tutto pronto per la decima edizione del NamelessFestival

Che idea! Ma quale idea? È l’idea del Nameless Festival, nato nel 2012 a Lecco, cresciuto nel 2015 a Barzio in Valsassina e diventato grande dal 2022 in Brianza, nella maxi area della Poncia, tra Annone, Molteno e Bosisio, pronta per accogliere da domani, giovedì 13 giugno, a domenica 16 centomila spettatori da tutta Europa e anche dall’altra parte dell’oceano.

All’inizio, su quell’unico piccolo palco, si esibivano solo artisti della electro music. Ora, sui cinque diversi palchi, salgono anche star del pop, del rap e della latin music e i big di Sanremo: Angelina Mango domani sera sarà la prima a calcare il live stage, seguita da Il Tre e da Clara; sabato pomeriggio sul Jd stage arriverà Pino D’Angiò, reduce dall’ospitata nella città dei fiori con la sua “Ma quale idea” con i Bnkr44; domenica canterà Annalisa. Ma accanto ai protagonisti delle classifiche mainstream c’è un centinaio di altri grandi nomi del panorama nazionale e internazionale: i Justice nella loro unica data italiana, Boys Noize, Chase & Status, Claptone, Il Pagante, Luca Agnelli, Dj Snake, Hardweel, Hybrid Monds, Marlon Hoffstadt, Roger Sanchez, Subtronic, Testpilot, Tonu Effe e tanti, tanti altri ancora.

Questa è la decima edizione in 12 anni e sarà la più bella, non la più grande", promette Alberto Fumagalli, 39 anni ceo e fondatore del Nameless, partito da nulla e diventato un punto di riferimento nel settore, come il suo festival. Insomma la qualità prima di tutto, anche della quantità. "Quest’anno - spiega - abbiamo deciso di mettere in campo tutti gli accorgimenti necessari per regalare un’esperienza unica a chi più di tutti se lo merita: il pubblico di Nameless. L’abolizione dei token, che ha reso il festival completamente cashless, l’acqua e i parcheggi gratuiti tutti su asfalto, le nuove esperienze food&beverage... tutte novità che puntano a perfezionare l’evento e a rendere indelebile il ricordo di chiunque vi partecipa. Tutta la fatica e il sudore spesi per organizzare ogni singola edizione vengono puntualmente ripagati quando vediamo la gente divertirsi. Ho sempre sperato di creare qualcosa di grande che potesse regalare gioia, libertà di essere se stessi, evasione e divertimento: Nameless è tutto questo e molto di più".

Oltre ai quattro palchi principali - JD Stage, Nameless Tent by Molinari, Live Stage by Garnier Fructis, Red Bull Unforeseen - è stato aggiunto l’Heineken The Offline Experience, uno stage senza cellulari né connessione, per un momento offline durante cui riscoprire l’unica connessione che conta davvero: quella umana. E se anche il Nameless Festival 2024 sarà il più bello ma non il più grande, i numeri contano e sono importanti: oltre ai 100mila spettatori, ci sono i 6 milioni e mezzo di fatturato, più l’indotto, sempre a sei zeri, con alberghi, B&B e strutture ricettive sold out e centinaia di persone impiegate. Perché la musica e il divertimento non sono solo cultura e intrattenimento, sono anche lavoro ed economia.

L’unica nota stonata è il meteo instabile di questi giorni, che ha costretto ad annullare la serata omaggio che era in programma stasera per i residenti del circondario. Per tutti gli altri, da domani si balla.