Truffa, riciclaggio e bancarotta: italiano di 66 anni condannato a 4 anni e 4 mesi di carcere

Deve scontare un cumulo di pene per diverse reati finanziari. Lo hanno arrestato i carabinieri di Oggiono

L'arresto dei carabinieri (foto di repertorio)

L'arresto dei carabinieri (foto di repertorio)

Oggiono (Lecco), 7 dicembre 2023 – Prima o poi i debiti si devono pagare. Anche quelli con la giustizia. E il conto che deve salvare un italiano di 66 anni è di quelli salati: 4 anni e 4 mesi di carcere. Gli è stato presentato tutto in una volta dai carabinieri della caserma di Oggiono, che si sono presentati a casa sua, lo hanno arrestato e lo hanno trasferito a Pescarenico ad poco più di un paio di settimane dal Natale, che trascorrerà così recluso in cella.

Il 66enne deve scontare tutte insieme un cumulo di pene appunto di 4 anni e 4 mesi di carcere perché è stato condannato a più riprese per truffa, riciclaggio, emissioni di fatture false per operazioni inesistenti, distruzione e occultamento di scritture contabili e bancarotta.

Ha commesso i reati per i quali è stato giudicato colpevole in via definitiva tra il 2016 e il 2022, tra le province di Lecco, Bergamo e Monza. A firmare l'ordine di carcerazione è stato il giudice dell'esecuzione pene.