Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 apr 2022

Task-force in città Contro droga e la malamovida

Controlli del Reparto prevenzione crimine di Milano

10 apr 2022
daniele de salvo
Cronaca
In città poliziotti. delle. Volanti dell’Amministrativa della questura e del Reparto prevenzione crimine di Milano con un cane antidroga
In città poliziotti. delle. Volanti dell’Amministrativa della questura e del Reparto prevenzione crimine di Milano con un cane antidroga
In città poliziotti. delle. Volanti dell’Amministrativa della questura e del Reparto prevenzione crimine di Milano con un cane antidroga
In città poliziotti. delle. Volanti dell’Amministrativa della questura e del Reparto prevenzione crimine di Milano con un cane antidroga
In città poliziotti. delle. Volanti dell’Amministrativa della questura e del Reparto prevenzione crimine di Milano con un cane antidroga
In città poliziotti. delle. Volanti dell’Amministrativa della questura e del Reparto prevenzione crimine di Milano con un cane antidroga

di Daniele De Salvo

Poliziotti anticrimine e cani antidroga contro malamovida, spaccio e armi. L’altra sera decine di agenti della Polizia di Stato hanno presidiato le zone calde del centro di Lecco, teatro a più riprese negli ultimi mesi di aggressioni, rapine tra giovanissimi, risse, scontri tra bande, serate alcoliche e scene da guerriglia urbana. In strada e in piazza sono scesi gli uomini e le donne in divisa della Mobile, della Volanti e dell’Amministrativa della questura e del Reparto Prevenzione Crimine di Milano con un cane antidroga.

Ai poliziotti si sono uniti i militari della Guardia di Finanza. Agenti e finanzieri hanno controllato le aree di viale Filippo Turati, via Salvatore Sassi, piazza Cappuccini, del centro e della stazione. Dopo la retata di venerdì della passata settimana in pieno giorno in un garage dove sono stati recuperati otto chili e quasi 3.500 dosi di droga tra cocaina, hashish e marijuana dal valore al dettaglio di 100mila euro, più tre pistole semiautomatiche con il colpo in canna e dove sono stati arrestati due cittadini marocchini di 24 e 25 anni che gestivano le piazze dello spaccio di Lecco, si è trattata dell’ennesima risposta sia a chi sostiene che la città sia poco sicura, sia a chi vorrebbe trasformare Lecco in una banlieue sul lago di Como. "Si è trattato di un servizio di controllo straordinario per verificare ed eventualmente contrastare alcune situazioni che ci sono state segnalate e che hanno recentemente generato allarme sociale", spiega e conferma il questore Alfredo D’Agostino. Durante i controlli, effettuati anche con posti di blocco e ispezioni in cinque bar e locali, sono state identificate in tutto 82 persone. Sono state sequestrate alcune dosi di hashish e un consumatore è stato multato perché sorpreso con uno spinello. Sono state inoltre riscontrare diverse irregolarità in due dei 5 esercizi pubblici controllati e ai gestori sono state staccate multe per 1.700 euro. Non è comunque finita qui. "Analoghi controlli verranno effettuati anche nelle prossime settimane", avverte sempre il questore.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?