Quotidiano Nazionale logo
4 apr 2022

Lurago d'Erba, tamponato e ucciso da un’auto mentre pedala

Drammatico incidente. La vittima - Davide Genna di Inverigo - aveva 34 anni  e stava tornando a casa

pa.pi.
Cronaca
featured image
Davide Genna

Inverigo (Como) - E’ stato speronato da un’auto mentre percorreva in bicicletta la Valassina, a Lurago d’Erba. Davide Genna, 34 anni, residente a Inverigo, è morto nel corso della notte, all’ospedale di Erba dove era arrivato in condizioni drammatiche. Sulla dinamica dell’incidente, stanno lavorando i carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, intervenuti con la pattuglia verso le 21 di sabato sera, pochi minuti dopo l’investimento avvenuto all’altezza del civico 42 di via Dante Alighieri, che corrisponde al tratto di Valassina tra Lurago e Inverigo.

Cosa sia accaduto esattamente è ancora in fase di ricostruzione, ma fin da subito sono stati ricostruiti alcuni fatti certi. Auto e bicicletta viaggiavano nella stessa direzione, verso Inverigo, dove la vittima viveva e stava rientrando a casa. L’auto, una Seat Ibiza guidata da un trentenne, l’avrebbe urtato da dietro, facendolo sbalzare a terra. Sembra che il conducente non abbia visto il ciclista, accorgendosi della sua presenza solo al momento dell’impatto, avvenuto in corrispondenza del parcheggio di una attività commerciale. Genna è finito a terra, con ferite gravi fin da subito. I soccorritori del 118 hanno tentato di rianimarlo prima di dirigersi verso il Pronto Soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli di Erba, riuscendo a tenerlo in vita per alcune ore. Ma quando i medici hanno cercato di stabilizzarlo, la gravità delle ferite conseguenza dell’urto ha avuto la meglio. In nottata, è stato dichiarato il suo decesso, senza che riprendesse conoscenza.

Anche per il conducente dell’auto è intervenuta un’ambulanza del 118, ma in questo caso l’intervento è stato concluso in posto, senza bisogno di trasporto in Pronto Soccorso. Ora la Procura di Como, in attesa della conclusione dei rilievi da parte dei carabinieri, che dovrà fornire la posizione esatta di auto e bicicletta al momento dello scontro, stabilirà quali altri accertamenti disporre, per arrivare a ricostruire completamente l’incidente costato al vita al trentaquattrenne.  

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?