Stazione unica appaltante per 205 gare

Un giro di affari e di lavori e servizi pubblici per quasi 90 milioni, senza considerare l’indotto. I funzionari della...

Stazione unica appaltante per 205 gare
Stazione unica appaltante per 205 gare

Un giro di affari e di lavori e servizi pubblici per quasi 90 milioni, senza considerare l’indotto. I funzionari della Stazione unica appaltante della Provincia di Lecco, nel 2023 si sono occupati delle pratiche per bandire e appaltare 205 gare pubbliche, per commesse dal valore di quasi 86 milioni. La Stazione unica appaltante è la centrale di committenza per l’espletamento e la gestione di gare per lavori, servizi e forniture dei Comuni non capoluogo e altri enti previsti dalla normativa. Sono 80 in tutto le Amministrazioni e gli enti locali che si avvalgono della Suap. Delle 205 gare, 101 esperite per i Comuni aderenti e 104 direttamente per la Provincia, 105 sono state per lavori, 68 per servizi, 15 per forniture e 17 per concessioni e project financing. Diverse gare hanno riguardato progetti finanziati con il Pnrr. "I numeri molto positivi – commentano la presidente della Provincia Alessandra Hofmann e il consigliere provinciale delegato ai Rapporti con i Comuni convenzionati Stefano Simonetti -. Testimoniano la bontà della scelta della Provincia di Lecco, nel suo ruolo di Casa dei Comuni, di confermare e promuovere la Stazione unica appaltante, strumento per aumentare l’efficacia e l’efficienza delle attività di realizzazione dei lavori e di approvvigionamento di beni e servizi, e per consentire un’azione più efficace di monitoraggio, controllo e prevenzione rispetto a possibili interferenze criminose. Questa scelta ha permesso di raggiungere risultati significativi, tra cui una maggiore professionalità, un’azione amministrativa più snella e tempestiva, una progressiva semplificazione degli adempimenti e delle procedure, un’ottimizzazione delle risorse umane, finanziarie e strumentali dei vari enti". Dal 2015 al 2023 con la Suap sono state bandite e assegnate 1.638 gare, per un valore di quasi 660 milioni di euro. D.D.S.