Calcio Lecco in campo per beneficenza: le multe ai giocatori in ritardo andranno all’opera Don Guanella

I soldi che saranno trattenuti dallo stipendio ai blucelesti serviranno per realizzare un Bed&breakfast all’interno della cascina intitolata al religioso

Scorcio di Cascina Don Guanella a Valmadrera
Scorcio di Cascina Don Guanella a Valmadrera

Lecco – Oltre ai propri tifosi i giocatori della Calcio Lecco regaleranno un po’ di gioia anche ai ragazzi dell’Istituto Don Guanella che dà una mano a tanti ragazzi in difficoltà insegnando loro un lavoro. Alla Cascina don Guanella di Valmadrera saranno devolute le multe che la società comminerà ai calciatori nel corso della stagione di Serie B.

I soldi che saranno trattenuti dallo stipendio per i ritardi negli allenamenti serviranno per realizzare un Bed&breakfast all’interno della cascina. L’iniziativa è stata presentata alla vigilia della festa di San Nicolò, il patrono di Lecco che si festeggia oggi e il prossimo 13 dicembre nel salone di Casa Don Guanella, in via Amendola 57 a Lecco, verrà organizzata anche una cena benefica con l’obiettivo di raccogliere i fondi per realizzare, all’interno del nuovo B&B, una stanza bluceleste in onore della società sportiva.

L’evento è stato organizzato dal rettore don Agostino Frasson, dal Calcio Lecco, dai tifosi "Blucelesti 1977", "Lecco Club Valsassina", "Lecco Club Shamrock" e Pierluigi Marzorati, bandiera del basket canturino e della nazionale. L’idea è nata nel corso dell’estate per festeggiare la promozione del Lecco in serie B con qualcosa che potesse restare nel tempo.

Il caso ha voluto che l’Istituto Don Guanella festeggiasse quest’anno i 90 anni di presenza a Lecco che, messi in relazione ai 110 anni della Calcio Lecco (operativa dal 1913), porta ai "200 anni in 2", il titolo dato alla serata. Un legame che risale agli anni Cinquanta quello tra la società sportiva e il Don Guanella, dovuto all’abitudine dell’allora presidente dei blucelesti, Mario Ceppi, di portare la squadra a messa nell’istituto e fare visita a quelli che allora erano giovani ospiti orfani. Ceppi fu anche un grande benefattore del Don Guanella. Ospite della serata anche Lorenzo Marconi, il giocatore bluceleste con più presenze in assoluto: 545 di cui 475 in campionato e 70 in Coppa Italia.