DANIELE DE SALVO
Cronaca

Merate, febbre a 40 gradi: è meningite. Ricoverato in gravi condizioni

L’uomo è stato accompagnato al Pronto soccorso del Mandic e ora si trova in Rianimazione. Familiari e operatori sanitari sottoposti a profilassi

Il pronto soccorso del Mandic

Il pronto soccorso del Mandic

Merate (Lecco), 2 aprile 2024 – Sembrava potesse trattarsi di una brutta infezione, invece è meningite. Un pensionato brianzolo di 73 anni è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Merate perché ha contratto la meningite.

Il ricovero

Il 73enne è stato accompagnato ieri al Pronto soccorso del San Leopoldo Mandic: aveva la febbre altissima, quasi a 40 gradi, era incosciente e presentava altri sintomi che parevano poter indicare una possibile infezione diffusa, sebbene i medici di guardia hanno subito sospettato che invece magari si potesse trattare di meningite. Dopo le prime cure è stato trasferito d'urgenza in Terapia intensiva ed è stato sottoposto a tutti gli esami del caso, che hanno confermato che è proprio meningite.

La profilassi

Al paziente è stato subito sottoposto alle terapie del caso. Per precauzione è stato somministrato un antibiotico specifico pure tuti gli operatori sanitari che si sono occupati di lui per evitare possibili contagi. Lo stesso vale per i familiari e quanti negli ultimi giorni sono stati a stretto contatto con lui. Sono stati inoltre informati i funzionari di Ats della Brianza che hanno avviato un'indagine epidemiologica per stabilire se occorra intervenire pure su altre persone per circoscrivere il rischio di una eventuale epidemia.

La meningite

La meningite è una infiammazione delle meningi, cioè delle membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale. Può essere provocata da betteri, virus o anche funghi. Non è particolarmente contagiosa: per il contagio occorre uno stretto e prolungato contatto con l'ammalato. La forma più frequente di meningite è quella virale che di solito è pure la meno grave. Quella batterica invece è più rara, però più grave, a volte letale: per questo in caso di meningite batterica viene avviata una profilassi a scopo preventivo tra i contatti srretti.