Merate, vandali nelle scuole: raid all’Agnesi e al Viganò, caccia ai due incappucciati

Nella notte hanno imbrattato i muri e l'atrio d'ingresso del liceo e del vicino istituto tecnico. Immagini delle telecamere al vaglio degli inquirenti

Una delle scritte con cui sono state imbrattati i muri delle scuole superiori
Una delle scritte con cui sono state imbrattati i muri delle scuole superiori

Merate (Lecco), 6 giugno 2023 – Raid dei complottisti alle scuole superiori di Merate. Nella notte hanno imbrattato i muri e l'atrio d'ingresso del liceo scientifico Maria Gaetana Agnesi e le pareti dell'aula magna del vicino istituto Francesco Viganò. Le telecamere a circuito chiuso hanno immortalato due giovani incappucciati che hanno imbrattato muri e pavimento con scritte tracciate con una bomboletta spray di colore rosso.

“Felici di questo reato se uno di voi sarà salvato”, “Cercate la libertà o la perderete”, “Usano la tecnologia per ridurvi in prigionia”, “Giovani salvatevi” e altri messaggi simili. Non è stata formulata alcuna rivendicazione ufficiale, ma le scritte sono state firmate con il classico simbolo della “w” rossa in un cerchio, utilizzato da complottisti, no vax e antagonisti. La bomboletta utilizzata per tracciare i messaggi è stata ritrovata sul posto. Ad accorgersi del blitz sono stati questa mattina i dipendenti scolastici. Sono stati subito avvisati sia i carabinieri per sporgere denuncia, sia i referenti dell'Amministrazione provinciale per ripulire le scritte. I vandali non hanno provocato altri danni.