Mandello, pensionato di 76 anni trovato morto in casa: era lì da un mese

Pietro Berselli è stato rinvenuto dopo che i vicini avevano lanciato l’allarme per il forte odore di decomposizione che proveniva dall’abitazione

Carabinieri in una foto di repertorio

Carabinieri in una foto di repertorio

Mandello del Lario (Lecco), 2 gennaio 2023 – Un pensionato è stato trovato privo di vita all’interno della sua abitazione, a Mandello del Lario. Era morto probabilmente da un mese. Si è spento così, senza che nessuno se ne accorgesse, Pietro Berselli, 76 anni, ex operaio in pensione della Moto Guzzi. Non aveva figli e non manteneva alcun rapporto con i pochi parenti che gli erano rimasti. Era inoltre una persona schiva e molto riservata.

Sono stati i vigili del fuoco, con i sanitari di Areu e i carabinieri a trovare il suo corpo, già in stato di decomposizione, allertati dai residenti della zona. Il 31 dicembre infatti, i vicini di casa di Berselli, preoccupati sia perché non vedevano l’uomo da settimane, sia per il forte odore di putrefazione che arrivava dalla sua abitazione, hanno contattato le autorità. Prima di chiedere aiuto ai soccorritori hanno provato a chiamarlo ripetutamente sia al telefono fisso che continuava a squillare a vuoto, sia a cellulare che risultava muto, sia suonando al citofono a cui però non ha risposto mai nessuno. Pietro probabilmente è stato stroncato da un malore improvviso. Le cause del decesso sarebbero quindi naturali, perché non sono stati riscontrati né segni di effrazioni, né tanto meno elementi che possano lasciar ritenere il coinvolgimento di altre persone.