La Fondazione comunitaria fa 25. Una nuova sede per il traguardo

Lecco, a settembre in città aprirà i battenti lo spazio ex Officina Badoni . La presidente: "Sarà un luogo non da riempire, ma da vivere" .

La Fondazione comunitaria fa 25. Una nuova sede per il traguardo

Maria Grazia Nasazzi presidente della Fondazione comunitaria di Lecco: «Crisi e Covid hanno imposto una rinnovata attenzione a nuove forme di fragilità sociale

Tanti auguri Fondazione comunitaria del Lecchese. Domenica ha compiuto 25 anni. È tra le più longeve e importanti fondazione di comunità d’Italia. In questo quarto di secolo, tramite Fondazione comunitaria sono stati erogati contributi per quasi 65 milioni di euro, 62.676.688 per la precisione. Sono stati sostenuti più di 3mila progetti di alta valenza sociale e sono stati raccolti quasi 45 milioni di euro di donazioni, di cui 6 milioni di euro a patrimonio.

Le risorse sono arrivate grazie a 24.397 singole donazioni provenienti da cittadini e realtà pubbliche e private del territorio. Tre ambiti ben precisi hanno diretto gli interventi della Fondazione: sociale, tutela dell’ambiente e tutela del patrimonio storico-artistico. La pandemia tuttavia ha segnato un punto di svolta. "Le crisi economiche e la pandemia – spiega la presidente Maria Grazia Nasazzi, che ha preso il testimone dal presidente emerito Mario Romano Negri - hanno imposto una rinnovata attenzione a nuove forme di fragilità sociale, guidando la Fondazione stessa a un ruolo fondamentale di aggregatore di soggetti". Da qui la raccolta di fondi per sostenere gli operatori sanitari prima e poi le persone che hanno perso il lavoro durante il lockdown da Covid, ma anche quanti hanno aperto le porte di casa ai profughi ucraini. Come regalo per il 25° compleanno alla Fondazione si sono dotati di una nuova sede: a settembre - è l’annuncio ufficiale - aprirà i battenti la nuova Officina Badoni, a Lecco. "È puro e semplice futuro, un luogo non da riempire, ma da vivere - spiega la presidente -. Dentro il nuovo edificio troveranno posto spazi permanenti di incontro e collaborazione tra enti e giovani. Venticinque anni di vita, insomma". "Un bilancio di questi anni? "Credo sia sufficiente guardare i numeri di donazioni e progetti". D.D.S.