Sono in molti a non rispettare il semaforo rosso dell’incrocio di via Lavello con corso Europa. Inoltre chi proviene da Foppenico non potrebbe svoltare in via Lavello, ma spesso gli automobilisti non se ne preoccupano. È questa la motivazione che ha spinto la Polizia locale a chiedere all’amministrazione...

Sono in molti a non rispettare il semaforo rosso dell’incrocio di via Lavello con corso Europa. Inoltre chi proviene da Foppenico non potrebbe svoltare in via Lavello, ma spesso gli automobilisti non se ne preoccupano. È questa la motivazione che ha spinto la Polizia locale a chiedere all’amministrazione comunale di “potenziare“ il semaforo, posto all’intersezione tra corso Europa e via Lavello, dotandolo di un sistema automatizzato per il controllo che, in caso di mancato rispetto dello stop, imposto dall’impianto stesso, provvederà a multare i trasgressori. Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato la proposta, motivata dalla necessità di prevenire sinistri. "Diverse sono state le segnalazioni fatte da cittadini relativi al mancato rispetto dell’impianto semaforico, che solo per puro caso non ha provocato gravi incidenti, con danni non solo alle cose ma anche alle persone", dice il comandante della Polizia locale Andrea Gavazzi. "Un controllo semaforico con sanzioni, di tipo fisso, avrebbe anche una funzione deterrente, per evitare l’alta velocità degli autoveicoli, in un tratto urbano di una strada provinciale". Sulla decisione, l’assessore Dario Gandolfi commenta: "Abbiamo accolto la proposta della Polizia locale. I tempi di installazione non saranno brevissimi, ci vorrà almeno un mesetto". Assessore che era presente quando la società incaricata ha sistemato l’impianto. "Io stesso ho potuto notare come, pur in presenza della Polizia locale, in diversi provenendo da Sala hanno impostato la svolta a sinistra, pur non essendo consentita".

V.D.