Il rondò fantasma costa 400mila euro

Varenna, il Comune ha raggiunto un accordo con i vertici dell’impresa edile

Il rondò fantasma costa 400mila euro
Il rondò fantasma costa 400mila euro

Dieci anni e quasi mezzo milione di euro per nulla. Il sindaco Mauro Manzoni (foto) ha raggiunto un accordo con i vertici dell’impresa che avrebbero dovuto realizzare una rotatoria sulla Sp 72 nel tratto che taglia in due la Piccola perla del Lario. Per l’opera nel 2013 sono stati stanziati 1 milione 200mila euro recuperati grazie ad un mutuo, cioè in prestito, ma di fatto l’intervento non è mai cominciato, certamente non è stato mai concluso, perché nel 2016 è iniziato un lungo contenzioso legale.

In tutto questo tempo tuttavia i contribuenti varennesi hanno continuato a pagare con le loro tasse le rate del finanziamento con gli interessi. La pace transattiva è costata in tutto 400mila euro. "Si precisa che il calcolo della somma è basato esclusivamente sul diritto, rimborsando alla controparte soltanto quanto spettante per legge per i lavori già eseguiti, per il rimborso delle spese legali sostenute, per compensazioni di natura tributaria, il risarcimento danni e il 10% per l’esercizio del diritto di recesso dal contratto in essere", ci tiene a specificare il primo cittadino. "Si scialacqua denaro dei varennesi – denuncia Carlo Molteni dai banchi di opposizione -. La presa per i fondelli continua. E intanto, un’opera pubblica necessaria non si farà". La rotonda della discordia che non è stata costruita non verrà infatti più realizzata: al suo posto verrà realizzata un’altra rotatoria ma in un altro punto e verrà inoltre allestito un percorso cicloturistico pedonale, sempre lungo la Sp 72. Il mutuo in essere che non è servito a nulla. Daniele De Salvo