Lecco, bella come un presepe: le fiaccolate dell'Antivigilia illuminano le montagne

Gli auguri dei sindaco Mauro Gattinoni: ''Auguri di un Natale di speranza e di coraggio''

Le montagne illuminate all'Antivigilia
Le montagne illuminate all'Antivigilia

Lecco, 24 dicembre 2023 – Montagne lecchesi illuminate a festa per l'Antivigila di Natale. Come da tradizione, la sera dell'Antivigilia di Natale escursionisti e amanti della montagna, hanno illuminato sentiero, vie e ferrate che portano sulle principali vette di Lecco. I monti si sono così trasformati in spettacolari ghirlande di luce, come immense luminarie che hanno addobbato la città come un immenso presepe.

Le fiaccolate

È stata illuminata la via Cassin sul Medale, il Regismondo dagli alpinisti del Beck, mentre in tanti hanno risalito il San Martino segnando il percorso con pile e torce frontali, mentre gli alpinisti dei Gamma hanno invece acceso la ferrata Gamma 1 sul Resegone.

I volontari del Soccorso alpino della stazione del Triangolo Lariano della XIX Delegazione Lariana hanno invece illuminato la ferrata del Corno del Rat e la cresta Osa sul Moregallo. Gli agenti della montagna hanno acceso pure altre cime, come i Corni di Canzo e il Cornizzolo, insieme ai colleghi di altre stazioni, della VI Orobica e della IX Speleologica lombarda e ai militari di Madesimo e di Sondrio Sagf, il Soccorso alpino della Guardia di finanza. “Momenti come questo rafforzano l'unione, la vicinanza al territorio e sono anche gioiose occasioni di festa, fondamentali per stare bene insieme e potere operare con serenità durante gli interventi”, commentano dal Soccorso alpino.

Gli auguri del sindaco

Bella come un presepe, la nostra città, vista dal San Martino – sono le parole del sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, tra quanti sono saliti su San Martino -. Dove con lo sguardo abbracci tutte le case, tutti i palazzi, le scuole, le chiese, le fabbriche. Abbracci, con un solo sguardo, tutte le persone che vi abitano, e che vuoi ricordare in questo Natale. Perché in questo presepe, in questa nostra città, per noi nasce Gesù Bambino. Auguri di un Natale di speranza e di coraggio”. “Il 23 dicembre nel Lecchese è una data particolare – spiegano dal Soccorso alpino -. Nel giorno dell'antivigilia di Natale è tradizione consolidata organizzare fiaccolate, percorsi notturni e occasioni di festa, con il ritrovo sulle cime delle montagne e nei rifugi per salutare il Natale imminente. Sono sempre più numerose le iniziative che illuminano le montagne del Lecchese, con un colpo d'occhio davvero suggestivo di scie luminose che rischiarano la notte”.