Chi era Fabio De Marco, uno della due vittime della valanga in Svizzera

Sciatore esperto, dipendente Trenord e sindacalista Cisl: lascia una bimba di 6 anni

Fabio De Marco era un sindacalista Cisl Fit
Fabio De Marco era un sindacalista Cisl Fit

La neve e lo sci-alpinismo come grande passione. Una passione che gli è purtroppo costata la vita giovedì in Svizzera, quando una valanga lo ha travolto mentre era impegnato a discendere il Piz Grevasalvas, in Engadina, Canton Grigioni.

Con Fabio De Marco, 42 anni, altri due amici: uno illeso, l’altro, un coetaneo brianzolo, estratto già morto dalla neve. Il lecchese, residente a Rezzago (Como), era ancora vivo ed è stato trasportato gravissimo all’ospedale di Coira. Qui è spirato la notte scorsa. De Marco lascia la moglie Chiara e la piccola Maria Sole di soli 6 anni.

Fabio De Marco, vittima della valanga in Svizzera
Fabio De Marco, vittima della valanga in Svizzera

Non si può certo dire che non fosse un esperto di montagna: era socio dal Cai Asso e istruttore di scialpinismo dell'Alto Lario del Cai che lo ha ricordato sulla propria pagina Facebook e sul sito web: “Oggi è purtroppo mancato un nostro amico e collega istruttore: Fabio De Marco coinvolto in un incidente da valanga ieri al Grevasalvas. La Scuola Alto Lario tutta è vicina alla sua famiglia per la grave perdita”. Tanti i commenti commossi e increduli.

Se la montagna era la grande passione, il lavoro da ferroviere e l’impegno sindacale erano il “pane quotidiano” di Fabio tanto da essere il coordinatore Rsu di Trenord per Fit Cisl. Il suo sindacato gli ha dedicato questo messaggio sui social: “Ci sono delle cose che non vorremmo mai dover scrivere. Nelle scorse ore in un drammatico, tragico incidente ha perso la vita Fabio De Marco, coordinatore RSU di Trenord della FIT CISL, ma soprattutto persona dallo straordinario buon cuore ed amico di noi tutti. In questi momenti di incredulità e sgomento solo il ricordo del suo sorriso rende meno terribile il nostro dolore. L’intera struttura della FIT CISL partecipa commossa al dolore della famiglia di Fabio, a quello di sua moglie Chiara e della piccola figlia Maria Sole. Ringraziamo le tante, tantissime persone (colleghi di reparto, organizzazioni sindacali e gerarchie aziendali) che in queste ore ci hanno manifestato il proprio cordoglio e vicinanza. Appena avremo notizie del funerale sarà nostra premura comunicarle”.