Una barriera di 200 alberi per mettere in sicurezza il versante del Caldone a Bonacina franato nell’autunno del 2018 in seguito a un’ondata di maltempo.

A piantare gli alberi sono stati i tecnici del Consorzio forestale lecchese che hanno anche ripulito 2.700 metri quadrati di bosco comunale e realizzato una scogliera artificiale di 100 metri per proteggere l’argine dalla corrente del corso d’acqua.

Complessivamente sono stati spesi da Palazzo Bovara circa 160mila euro utilizzando anche fondi regionali. "Sono lavori attivati durante la precedente consiliatura – spiega Renata Zuffi, assessore all’Ambiente – in sintonia con le nostre prerogative di mantenimento sul nostro territorio delle risorse regionali a compensazione del bosco, che nella stragrande maggioranza dei casi sono incassate dalla Regione per essere impiegate su tutto il territorio lombardo interessato dalla riduzione della superficie boscata".