Il piccolo Gioele
Il piccolo Gioele

Cernusco Lombardone (Lecco) -  Palloncini colorati, lenzuoli bianchi e azzurri e saracinesche de negozi abbassate per l’ultimo saluto a Gioiele. A chiedere di esprimere pubblicamente il cordoglio è il sindaco Giovanna De Capitani in occasione del funerale del bambino di 7 anni che giovedì scorso è stato travolto sul marciapiede di fronte alla caserma dei pompieri di Merate e che martedì è morto in ospedale al Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

«In relazione all’ultimo saluto che verrà dato dalla nostra comunità cernuschese al piccolo Giole si invita i cittadini ad onorare il passaggio della salma abbassando le saracinesche di negozi ed esponendo un telo bianco o azzurro alle proprie finestre o recinzioni – esorta il primo cittadino -. Tutto il nostro paese è sgomento per l’accaduto e questi semplici segnali di rispetto e di affetto potranno essere di conforto alla famiglia e ai compagni di classe. Non dobbiamo in questo momento cercare spiegazioni ma solo stare vicini ed uniti nel silenzio".

Molti invece hanno già esposto palloncini bianchi e colorati, simbolo del bambino volato in cielo troppo presto. Il funerale è in programma questa mattina alle 10. Dalla vecchia chiesa di San Dionigi, dove da ieri è stata allestita la camera ardente, proprio accanto alla casa dove abitava con papà Massimo Petza, mamma Jenny e la sorella 12enne Giorgia, il feretro del bimbo verrà accompagnato e scortato in corteo fino alla parrocchiale, dove si celebrerà il rito funebre. La messa sarà officiata dal vicario episcopale della zona III di Lecco monsignor Maurizio Rolla su esplicita richiesta dell’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini, di cui il parroco don Alfredo Maggioni leggerà una lettera di cordoglio. Moltissime persone intanto ieri fino a tarda sera hanno voluto salutare personalmente Gioele e abbracciare i genitori e i familiari. Dopo cena i compagni di classe delle elementare di seconda A i ragazzini delle media hanno recitato il rosario.