Quotidiano Nazionale logo
22 gen 2022

Anche “ Escomar“ deve scontare 7 anni

Prima che per Baby Gang le porte del carcere si erano già aperte per un altro trapper suo amico. A inizio gennaio in manette è finito in manette Escomar, alias Omar Bayouda, italo-marocchino di 22 anni di Cabiate arrestato a Milano dagli agenti della Polizia di Stato perché su di lui pendeva una condanna a 7 anni di reclusione dopo una sentenza emessa dai giudici del Tribunale di Monza per reati contro il patrimonio e e le persone, cioè furti e rapine messe a segno tra il 2013 e il 2014. A ottobre il 22enne aveva tentato di invadere prima Lecco e poi Calolziocorte chiamando a raccolta via social centinaia di fans per armati di estintori e fumogeni per un girare il suo ultimo videoclip, proprio come aveva fatto a Lecco nel 2020. Ad attenderlo in stazione a Lecco aveva però trovato decine di poliziotti in tenuta anti-sommossa che avevano intercettato i suoi messaggi. Per questo aveva dovuto ripiegare a Calolziocorte, ricevendo però la medesima accoglienza. Alla fine il trapper e i suoi supporter si sono così dovuti accontentare di un parco pubblico lungo l’Adda.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?