Abbadia, precipita nel lago di Como: soccorso base jumper di 37 anni

Il paracadutista si è schiantato in acqua. Lo hanno recuperato i vigili del fuoco con i soccorritori dell'eliambulanza: ha riportato una lieve ipotermia

I soccorritori mentre recuperano il base jumper

I soccorritori mentre recuperano il base jumper

Abbadia Lariana (Lecco), 13 febbraio 2024 – È precipitato in acqua, nel lago di Como. A schiantarsi nel lago è stato questa mattina un base jumper di 37 anni di Roma. Il paracadutista, che si è lanciato alle montagne della zona, probabilmente ha mancato il punto di atterraggio previsto in riva al lago ed stato costretto a ripiegare su un brusco atterraggio di emergenza in acqua.

L'allagaggio è stato molto violento. Il 37enne è inoltre rimasto impigliato tra la funi e la vela e non era nemmeno equipaggiato per un bagno fuori programma e fuori stagione. Per soccorrerlo ed evitare che affogasse o andasse in ipotermia sono immediatamente decollati dalla base di Villa Guardia i soccorritori dell'eliambulanza di Como. Dal porticciolo della Canottieri, dove sono attraccate le loro imbarcazioni di soccorso, sono subito salpati anche i vigili del fuoco della squadra nautica del comando provinciale di Lecco, i primi a raggiugere e aiutare il paracadutista. Sono stati allertati pure i carabinieri del Nucleo navale di Lecco che pattugliano costantemente il lago.

I soccorritori del 115 hanno raggiunto il 37enne a nuoto per evitare che vela e corde restassero impigliate nelle eliche del loro gommone e di ferite il base jumper, lo hanno liberato e poi trascinato di peso a riva fuori dall'acqua. Lo hanno recuperato esausto, allo stremo delle forze per la fatica di restare a galla, bagnato fradicio, spaventato, ma vivo. Dopo il primo intervento di assistenza sanitaria, è stato infine affidato dai volontari della Croce rossa di Lecco che lo hanno portato in ambulanza in ospedale all'Alessandro Manzoni del capoluogo. Ha riportato una lieve ipotermia. Dopo qualche ora di ricovero in osservazione è stato dimesso.