Vigevano, truffa del malocchio: arrestate due sedicenti streghe

Raggiro con furto ai danni di una donna di 36 anni ‘agganciata’ nel parcheggio di un supermarket

Carabinieri

Carabinieri

Vigevano (Pavia), 23 febbraio 2024 – Erano riuscite a convincere una donna di 36 anni di Vigevano, incontrata per caso nel parcheggio di un supermercato, di essere vittima del malocchio. E ovviamente si erano offerte di aiutarla con dei potenti e costosi riti.

Due donne di 47 e 68 anni sono state denunciate dai carabinieri di Vigevano per truffa. Le due erano state abili a convincere la loro vittima di essere vittima di un maleficio e, per dissipare ogni dubbio, le avevano dato appuntamento poco dopo: chiedendole la fede che portava al dito le avevano detto di potare con sé un uovo con scritto sopra il proprio nome e mille euro. Proprio l’uovo era stato abilmente sostituito con uno identico che però presentava una macchia nera e all’interno dei peli. Segno inequivocabile del maleficio.

Soluzioni? Certo un altro rito purificatore, ancora più costoso, per il quale le hanno chiesto di portare tutti i soldi che aveva in casa e con i quali si erano allontanate con la scusa di dover eseguire il rituale in un luogo isolato. Qualche ora dopo la donna era stata contattata ancora dalle sedicenti ‘maghe’ per un nuovo rito ma all’appuntamento fissato avevano trovato anche i carabinieri che sono riusciti a recuperare il denaro e anche la fede sottratta alla donna.