Vacanza in moto
Vacanza in moto


Avete coccolato la vostra motocicletta. E' pronta per portarvi a spasso in sicurezza? Ora pensate a voi. I motociclisti e il loro compagno o compagna di viaggio per loro natura sono spartani e se non lo sono meglio che lo diventino. Banale ma la moto non ha bagagliaio ma un set di borse di dimensioni ridotte ma sufficienti per una o più settimane di viaggio. Certo con una sportiva vi porterete dietro meno roba crispetto a una superturistica ma basta essere razionali e potrete permettervi di non vivere solo con il look da centauri. Ricordandovi sempre che la sicurezza viene per prima e che ogni euro speso per prodotti certificati e di qualità potrebbe, in caso di cadute o scivolate, evitarvi guai maggiori.
Eccovi alcuni veloci suggerimenti pratici, sopratttutto per i neofiti  ma per tutti vale un consiglio: nel preparare i bagagli siate gentili con la zavorrina. Non solo per dovuta galanteria ma perché voi vi divertirete tutto il giorno a guidare, lei non necessariamente a stare seduta dietro. Meglio una maglietta vostra in meno che una sua. Lo dovete a lei. Non vi pentirete e soprattutto la farete felice... 

Abbigliamento tecnico
Protezioni motoC'è un tempo per pantaloncini, canotte e infradito ma non è quello di un viaggio in moto. E non lo sarebbe neppure per una gita fuoriporta. Quindi sempre e solo abbigliamento tecnico da moto. D'estate “costa” in caldo ma è un prezzo da pagare per evitare conti più salati. Quindi sempre giacca, pantaloni, guanti e stivali. Portate con voi  un antipioggia, intera o a due pezzi,  soprattutto se l'abbigliamento non è in materiale idrorepellente. Se puntate alle alte quote o  al profondo nord un pile dal piccolo ingombro ma caldo. Alcuni controlli prima di partire: Cerniere di giacca, pantaloni e stivali sono ok? Protezioni posizionate giuste? Guanti pure?  Giubbotto airbag  anche? Viaggiate in due? L'interfono funziona e il caricatore è presente? Controllate il casco e pulite bene la visiera e se serve cambiatela come pure il Pinlock.  

Contro il gran caldo
Il caldo è un nemico feroce del motociclista. Esistono capi tecnici che favoriscono il raffreddamento del corpo ma non sempre bastano. Quindi la prima regola è bere (non intendo birre) e molto. La velocità con il caldo porta il corpo a disidratarsi prima  e magari qualche integratore potrebbe essere utile. Esistono poi smanicati da mettere sotto il giubbotto principale da riempire con acqua che abbassano in modo naturale  la temperatura del corpo. In tutti gli store sportivi sono in vendita magliette, calze e biancheria tecniche leggerissimi e dal costo contenuto ma  se avete da spendere ci sono anche quelle delle marche specifiche per motociclisti. Coprite il collo, chiudete i polsini perché un'ape o un calabrone a cento e passa all'ora fanno male. Molto male.
I bagagli 
Magari non carichiamo la moto proprio così...Portapacchi e borse prevedono un carico massimo, indicato dal costruttore. E' assolutamente da rispettare per la vostra sicurezza. Questo non vuol dire viaggiare con pochissime cose ma con quelle giuste. Come sempre fare una lista di quello che serve: dividerla tra tempo in moto e tempo libero aiuta a capire se stiamo esagerando. Se volete fare un tour è probabile che passerete la maggior parte del tempo vestiti da motociclisti ma alla sera o nei giorni di relax vorrete il vostro outfit. Tutto è possibile. Per comodità consideriamo la classica settimana. Se fate due o più settimane troverete di sicuro una lavanderia a gettoni.
Una maglietta e un cambio di biancheria per ogni giorno, un pile se andate in posti freddi e per il tempo in sella siete più che a posto. Un paio di scarpe e infradito (perfette per la spiaggia ma anche come ciabatta). Un beauty con il necessario per l'igiene personale con piccole confezioni di prodotto. Un paio di jeans e poi magliette, camice e vestiti per la vostra compagna. Se le appallottolate con garbo occupano meno posto e non si spiegazzano. Considerate che userete gli abiti “civili” per poche ore e, se non la macchiate, una polo può andarvi bene anche per due sere. Gli indumenti sporchi riponeteli in un sacchetto di plastica che potrete “schiacciare” meglio. Per la spiaggia teli leggerissimi del tipo che si asciugano subito e occupano poco posto. Per chi ha il bauletto è il posto adatto per riporre il beauty con i farmaci, il pronto soccorso, gli antipioggia, il primissimo intervento in caso di guasto e qualche diavoleria tecnologica con i loro alimentatori. In aggiunta o in alternativa c'è la borsa da serbatoio. Se di buona qualità costicchia ma è utilissima per gli oggetti di prima necessità.  I classici marsupi o i borselli da legare a una gamba, per le piccole cose (cellulare  sigarette, portafogli,  documenti della moto, power bank) sono utilissimi e poco ingombranti.  Andate in tenda? Il portapacchi posteriore è tutto per il camping ma in commercio esisto prodotti di dimensioni e peso contenuti dalla tenda al materassino passando dal sacco a pelo. Considerando lampada e magari fornellino lo spazio si riduce ma il motociclista da tenda è super spartano per sua natura.



 I farmaci
Non vi serve una farmacia a meno che non facciate la Parigi-Dakar. Il kit di primo soccorso è d'obbligo e va tenuto sempre a portata. Non dimenticate le vostre medicine usuali e un collirio. Per il resto solo blister con paracetamolo, antidolorifici,un antidiarroico e le punture degli insetti e un'arnica per massaggiarvi le parti dolenti dopo una giornata in moto. In tempo di Covid mascherine, igenizzante e guanti. 

I documenti 
Vacanza in motoControllate la scadenza della patente e se andate all'estero verificate che sia valida per il tipo di moto che avete. Assicurazione rinnovata? Carta verde presente insieme ai documenti della moto? Eventuali certificati di omologazione se avete un po' cambiato la moto. In tempi di covid non dimenticate il green pass. Ovviamente tessera sanitaria, carta d'identità, green pass  e le carte di credito. Consiglio scattate foto o fate pdf dei documenti da conservare nel telefono. Giubbotto catarifrangente o bretelle, kit di primo intervento e per chi va all'estero controllate sui siti specializzati che non siano previste regole particolari). Non dimenticate le chiavi di riserva  (consiglio: se siete in due il duplicato lasciatelo a chi viaggia con voi), di moto, borse, antifurto meccanico (telecomando per quelli elettronici più, per chi lo prevede, spinotto per disinserirlo).  Se avete un navigatore aggiornate le mappe e non dimendicate i vari caricabatterie . 


Buona strada a tutti voi