Traian Calancea
Traian Calancea

Trento - Un'emorragia cerebrale dopo aver ricevuto il vaccino. E' questa, secondo l'autopsia, la causa della morte di un giovane di 24 anni, Traian Calancea, che è deceduto in Trentino per emorragia cerebrale dieci giorni dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer. Lo ha stabilito l'autopsia chiesta dalla madre del ragazzo, Svetlana Rosca, che ha trovato il figlio senza vita nella sua camera da letto mercoledì 20 ottobre.

La donna, come scrive il quotidiano l'Adige, ha presentato una denuncia ai carabinieri per chiarire le cause della morte del figlio e la Procura ha quindi aperto un fascicolo per omicidio colposo. Si tratta della la prima inchiesta in Trentino per indagare sulla possibile correlazione tra un decesso e la vaccinazione anti-Covid. Gli avvocati della famiglia attendono altri campioni che saranno analizzati nei prossimi giorni e sono stati anche nominati anche quattro consulenti di parte.

La vicenda sembra ricordare da vicino quella di Camilla Canepa, la giovane ligure morta a 18 anni nel giugno scorso dopo dopo essere stata vaccinata con Astrazeneca a un open day. Nei giorni scorsi la relazione depositata in procura da medico legale ed ematologo avevano chiarito che la studentessa "non aveva alcuna patologia pregressa e non aveva preso alcun farmaco". La morte per trombosi "è ragionevolmente da riferirsi a un effetto avverso da somministrazione del vaccino anti Covid".