Trasporti e aeronautico. All’Antonio Locatelli decolla il nuovo corso

L'istituto tecnico superiore Antonio Locatelli di Bergamo si prepara a sperimentare un corso tecnico quadriennale in trasporti e logistica con potenziamento aeronautico, in collaborazione con Sacbo. L'obiettivo è offrire ai ragazzi opportunità di inserimento nel mondo del lavoro e di proseguimento della formazione. Le iscrizioni sono già aperte.

Trasporti e aeronautico. All’Antonio Locatelli decolla il nuovo corso
Trasporti e aeronautico. All’Antonio Locatelli decolla il nuovo corso

Non è necessario andare all’estero per frequentare scuole innovative. Anche l’Italia può vantare strutture all’avanguardia. La scuola bergamasca, ad esempio, è pronta ad accettare la nuova sfida della Riforma degli istituti tecnici-professionali, che prevede corsi quadriennali invece che di cinque anni. Come succede all’istituto tecnico superiore Antonio Locatelli di Bergamo, ideato 35 anni anni fa dal preside Giuseppe Di Giminiani per formare specialisti del settore aeronautico. A settembre l’istituto cittadino partirà con la sperimentazione del corso tecnico in quattro anni con indirizzo trasporti e logistica e conduzione mezzo aereo con potenziamento aeronautico. Si tratta dell’unica scuola del Nord Italia ad offrire questo tipo di studi, e la seconda in Italia insieme a un istituto tecnico pugliese.

"Il nostro progetto – spiega il preside Giuseppe Di Giminiani – è finalizzato, grazie alla partnership con realtà come Sacbo (la società di gestione dell’aeroporto di Orio al Serio, ndr), ad aumentare le possibilità per gli studenti sia per l’inserimento nel mondo del lavoro sia per il proseguimento della loro formazione. Naturalmente la sperimentazione prevede l’organizzazione dell’attività in moduli di insegnamento che non possono prescindere da strategie e metodologie didattiche di tipo nuovo: l’obiettivo è offrire un percorso in cui lo studente possa man mano orientarsi e raggiungere il pieno successo dei propri interessi e potenzialità". Le iscrizioni al nuovo corso di studi sperimentale sono già partite. "Abbiamo già ricevuto 12-13 adesioni da parte degli studenti. Vogliamo arrivare a formare una classe con al massimo 20-22 ragazzi", rivela Di Giminiani. "La nostra offerta – prosegue il preside dell’istituto Locatelli – è capace di garantire ampie opportunità di scelta di istruzione e formazione all’interno di una filiera che, nel nostro caso, coinvolge Fondazione Enaip Lombardia e Aslam Cooperativa Sociale, accreditate da Regione Lombardia, e con Fondazione Its Mobilità Sostenibile, Fondazione Its per la filiera dei trasporti e della logistica intermodale, entrambe Its academy, prevedendo nel contempo sinegie con il sistema delle imprese. Il percorso quadriennale assicura l’insegnamento di tutte le discipline previste dall’indirizzo di studi". "Quello che ci preme maggiormente – conclude il preside dell’istituto aeronautico Locatelli di Bergamo, che complessivamente ha 450 studenti provenienti da tutto il Nord Italia, e qualcuno pure dalla Sicilia – è il dialogo con i ragazzi. Li ascoltiamo, cerchiamo di conoscerli e supportarli fin dall’ingresso".

Michele Andreucci