Venerdì treni a rischio per i pendolari, c’è lo sciopero di Trenitalia e di Trenord

L’agitazione proclamata dai sindacati durerà otto ore, a Milano il servizio aeroportuale sarà comunque garantito

Disagi in vista per i pendolari venerdì 14 aprile

Disagi in vista per i pendolari venerdì 14 aprile

Milano - Sciopero nazionale di 8 ore il prossimo venerdì 14 aprile di tutto il personale Trenitalia. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Orsa Ferrovie e Fast Confsal. La protesta si terrà dalle 9 alle 17. I sindacati denunciano che “dalla fine della pandemia di fatto sono andate a peggiorare le condizioni di lavoro sia dei ferrovieri che degli addetti delle ditte appaltatrici di pulizia e di ristorazione”.

“E’ necessario - chiedono le organizzazioni sindacali - riprendere un confronto serio finalizzato a risolvere le criticità per le lavoratrici e i lavoratori di Trenitalia”. Nella stessa giornata e nella stessa fascia oraria (9-17) in Lombardia i sindacati Usb lavoro privato, Sgb e Cub Trasporti hanno proclamato uno sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private. Trenord sul sito fa sapere che “in analoghe circostanze le adesioni non sono state significative. Non si prevedono, pertanto, interruzioni della circolazione ferroviaria in Lombardia".

Eventuali cancellazioni saranno tempestivamente comunicate. Si aggiunge poi che “il servizio aeroportuale sarà comunque garantito con le seguenti modalità: autobus a Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto per i soli collegamenti aeroportuali tra “Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto” (senza fermate intermedie). Da Milano Cadorna gli autobus partiranno da via Paleocapa 1; autobus a Stabio e Malpensa Aeroporto per garantire il collegamento aeroportuale S50 “Malpensa Aeroporto - Stabio” (senza fermate intermedie)”.