Trenord
Trenord

Milano, 14 gennaio 2022 - E' terminato  a Milano lo sciopero nazionale di 4 ore, iniziato alle 8.45, in seguito al quale si sono fermate fino alle 12.45 le linee della metropolitana M1, M2, M3. Hanno riaperto le stazioni della metropolitana, con ingressi scaglionati, ed in superficie è ripreso il normale servizio di bus, tram e filobus secondo quanto rende noto Atm, l'azienda del trasporto pubblico milanese, a conclusione dell'astensione dal lavoro di quattro ore dei lavoratori del trasporto pubblico locale. La circolazione sull'intera rete proseguirà così fino a fine giornata. Nel capoluogo lombardo hanno incrociato le braccia i dipendenti di Atm e di Ferrovienord, la società che cura l'infrastruttura ferroviaria regionale.

Sciopero finito anche a Roma, Napoli, Venezia e Palermo. La protesta invece va avanti secondo differenti fasce orarie in altre regioni, dove non è ancora iniziato o non sono ancora finite le 4 ore di protesta.  Ecco orari e città coinvolte

A Bologna l'agitazione, iniziata alle 12, bloccherà i mezzi pubblici fino alle 16

A Genova l'agitazione, iniziata alle 11.30, andrà avanti fino  alle 15.30

Torino e Firenze l'agitazione bloccherà i mezzi pubblici nel pomeriggio: stop al trasporto pubblico locale dalle 18 alle 22.

Sindacati: "Adesione quasi totale"

L'agitazione è stata indetta dalle sigle Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl, impegnate nei tavoli per il rinnovo del contratto collettivo. "Un'adesione quasi totale allo sciopero del trasporto pubblico locale con punte del 100% su alcune linee a Milano e Napoli". Affermano con soddisfazione Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri, sottolineando che "l'adesione è un segnale di insofferenza non più sostenibile determinato dal mancato rinnovo del contratto nazionale, scaduto da oltre tre anni". "Nel corso della mattinata - riferiscono i sindacati - a Milano tre linee della metropolitana su quattro hanno sospeso il servizio, stop alla metropolitana e alle funicolari a Napoli mentre a Roma il servizio di bus e metro è stato rallentato. In assenza di segnali concreti - concludono  i sindacati -  come quelli che ci aspettiamo da parte delle istituzioni, a partire dal Ministero dei Trasporti e della Mobilità Sostenibili nel vincolare una parte delle risorse destinate al settore per il rinnovo del Ccnl la protesta non si fermerà con altre azioni di sciopero".