Oggi è Santa Lucia. In alcune province lombarde la martire è più popolare di Babbo Natale: ecco dove e perché

Particolarmente venerata a Bergamo, e non solo, porta giocattoli e dolci in anticipo in groppa al suo asinello. La tradizione affonda le radici nel medioevo

La Veglia di Santa Lucia a Lodi
La Veglia di Santa Lucia a Lodi

Oggi è Santa Lucia e per i bambini di alcune località lombarde, oltre che italiane ed europee, è già ‘Natale’, nel senso più ampio della festa. Perché, specie in tempo di tradizioni e ristrettezze, è sempre stata la martire, particolarmente venerata in alcune località, a portare i giocattoli e i dolci ai bambini buoni, mentre nel giorno della Nascita di Gesù il più prosaico Babbo Natale si limitava a donare il ‘necessario’: maglioni, scarpe, sciarpe.

Santa Lucia versus Babbo Natale

Per chi conosce e ha vissuto sin da piccolo la tradizione (che ha origine medioevale) di Santa Lucia, la festa del 13 dicembre è senz’altro maggiormente sentita di quella del Natale. I motivi sono tanti. Santa Lucia è una figura autentica, legata alla carità, che lei compiva senza risparmiarsi e alla luce, che lei portava ai perseguitati nelle catacombe cristiane. Alla giovane martire è inoltre abbinato il detto popolare ‘Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia’, perché il suo ‘arrivo’ è previsto nella notte tra il 12 e il 13 dicembre (giorno della sua festa), vicino al solstizio d’inverno, ovvero il momento dell’anno in cui La notte è più lunga del giorno. E lei che arriva in groppa ad un vero asinello, non a renne volanti, porta, appunto, la luce, oltre ai doni. Certo anche il Natale è Santo e celebra l’arrivo di Gesù Bambino ma solo con la più recente globalizzazione Babbo Natale (o Santa Claus, la cui origine è europea) ne è diventato il simbolo mondiale, fino all’eccesso commerciale. Il contro è che Santa Lucia, benché viva di una propria tradizione e sia tramandata non solo attraverso le famiglie, ma anche le scuole e i territori, non è una giornata festiva. Per cui spesso le bancarelle arrivano già nel weekend precedente, nel caso di quest’anno il 9 e 10 dicembre e molte iniziative vengono anticipate. Compreso il luogo dove imbucare la letterina alla Santa con i propri pensieri e, magari, un dono desiderato. Ma nelle campagne lombarde la notte del 12 dicembre non è raro vedere una Santa arrivare in groppa all’asinello. E I bambini vengono invitati a mettere il fieno sulla finestra o fuori dalla porta per accogliere lui e la Santa. Inoltre se sia il 13 dicembre che il 25 dicembre sono due momenti di grande religiosità popolare, ormai è il Natale ad avere preso il sopravvento almeno dal punto di vista iconografico, multimediale (con film e musiche), festivo e vacanziero, collettivo per non dire mondiale.

Chi è 

Lucia è nata a Siracusa tra il 280 e il 290 d.C. e sin da giovanissima si prodiga per aiutare i cristiani perseguitati, specie quelli costretti a rifugiarsi nelle catacombe dove lei ‘scendeva’ con una lampada accesa. Denunciata dal promesso sposo che le era stato imposto contro la sua volontà, lei stessa sottoposta a persecuzioni e violenze, fino alla decapitazione. Le sue spoglie furono spostate nell'878 da Siracusa a Costantinopoli e da qui nel 1039 durante l'ultima crociata a Venezia dove dal 1925 si trovano nel santuario a lei dedicato, la chiesa di San Geremia. Santa Lucia è particolarmente celebrata in Svezia, Norvegia, Danimarca, Italia e in alcune regioni della Finlandia: giovani donne si vestono con delle tuniche e portano una corona di candele accese sul capo, simboleggiando la luce che ritorna dopo l'oscurità (solstizio). In Italia la Santa è festeggiata in Sicilia, sua terra d’origine, nel Veneto, dove sono stati traslati i suoi resti, e in diverse regioni del Nord, tra cui la Lombardia.

Perché è rappresentata cieca

La leggenda secondo cui Santa Lucia è cieca ha diverse versioni, ma la narrazione più comune si riferisce al fatto che Lucia per dimostrare la propria fede indistruttibile al suo persecutore, si sia strappata gli occhi e, per miracolo, abbia recuperato la vista. Ha comunque il valore simbolico di un impegno spirituale e di una dedizione al prossimo, cui portava doni e luce, anche nei momenti più bui, e quindi nelle circostanze più difficili. In alcune località si preparano dolci a forma di occhi di Santa Lucia.

Gli eventi in Lombardia

MILANO

PIOLTELLO In controtendenza con il resto della provincia di Milano, dove si aspettano i doni da Gesù Bambino o da Babbo Natale, qui Santa Lucia è festeggiata con suggestivi momenti spettacolari e mostre nel centro storico. Non mancheranno giochi gonfiabili, stand di artigianato, arte, hobbistica e modellistica e una rassegna di auto e moto d'epoca.

BERGAMO

Mentre mercatini e luminarie caratterizzano tutto il mese di dicembre a Bergamo, dove la festa di S.Lucia è particolarmente sentita sia in città che in provincia. Già da novembre, nella centralissima via XX Settembre schiere di bambini da tutta la provincia, e non solo, fanno la fila davanti alla chiesa della Santa per deporre la letterina ai piedi della statua che la raffigura. Atmosfera particolare dal 10 al 13 dicembre in piazza Libertà con momenti di spettacolo tutti i giorni alle 10. 11, 16, 17, 19,15 e 20,15 con Teatri Mobili e Associazione Arts: fantastico carrozzone di burattini e esibizioni di giocoleria, acrobazia, danza e manipolazione di oggetti a cura di quattro artisti circensi della compagnia spagnola Nueveuno. ALBINO  Domenica 10 alle 16 Santa Lucia inizia il suo giro nel centro storico. Alle 16,30 all'auditorium Caminetti spettacolo teatrale per i più piccoli. CASNIGO  Santa Lucia con i suoi doni arriverà sul sagrato della chiesa alle 20,45 del 12 dicembre. FONTENO  Si potrà seguire il carro trainato da asinello che porterà Lucia da piazzale Dallas a piazza Ongaro Parroci (dalle ore 20 di mercoledì 13). SERIATE  Domenica 10 mercatini in centro dalle 10 alle 19. Martedì 12 al cineteatro Prova "Il segreto di Lucia" alle 16,45 e alle 18,45. CASTELLI CALEPIO  Nella frazione Tagliano, all'oratorio San Francesco, alle ore 16 del 12 dicembre, "La magia di Santa Lucia", con la preparazione della polvere di stelle, la merenda, le letture animate.

SERIATE  Ricami di luce, folletti, stelline e fiocchi di neve; laboratori di arte e creatività; addirittura una Scuola di magia si alterneranno dalla mattina alla sera per gruppi diversi di bambini dai 6 mesi ai 13 anni il 12 dicembre in biblioteca. Alle 15,15 al Teatro tenda "Trough, passa attraverso", performance interattiva con O'Cypher Company. Alle 17,30 "In volo con Santa Lucia", spettacolo con Spazio Circo. In piazzale Aldebrandi, via Italia e via Dante dalle 14,30 fino a sera, i Campanari e gli Zampognari di Santa Lucia. Flashmob con Hipe Urban Dance School. Coro "Note del cuore": sul sagrato della chiesa concerto con gli allievi della scuola Cerioli.

SOVERE  Domenica 10, la parrocchia di Piazza, con la biblioteca e la commissione Politiche Sociali, organizza la festa di Santa Lucia, con musica e bancarelle, col "baghet", gli animali della fattoria, cavalli da conoscere e cavalcare, street food. Dalle 15 alle 16,30 all'oratorio laboratorio di lettura per bambini e merenda. Alle 17 arriverà Santa Lucia in persona davanti alla chiesa. VILLA DI SERIO "Prepara l'angolo di Santa Lucia": è il simpatico concorso fotografico al quale si può partecipare inviando le proprie foto a Michele tel. 351 7738981. La storia della santa sarà raccontata dal gruppo animatori del paese domenica 10 dicembre alle ore 15,30 nella chiesa parrocchiale. E Santa Lucia sfilerà per le vie del paese martedì 12 con partenza alle ore 20 dal Santuario. BRESCIA La tradizione dei regali nacque quando, dopo una carestia, Santa Lucia lasciò nottetempo fra il 12 e il 13 dicembre dei sacchi di grano sulle porte della città. Non mancano le rievocazioni in tutta la provincia.

LODI A Lodi Santa Lucia è sinonimo di bancarelle che per più giorni animano la piazza della Duomo, dall’8 al 12 dicembre e il punto di raccolta delle letterine. Quest’anno ci sarà anche un trenino ad accompagnare i turisti per le vie del centro. In Duomo esposizione della statua della Santa protettrice degli occhi, alla quale potranno essere consegnate le letterine con i propri desideri. Da più decadi Santa Lucia è anche il momento della rappresentazione scenica della ‘Veglia di Santa Lucia’: lunedì 11 dicembre alle 18.30 nella già suggestiva piazza San Lorenzo lo spettacolo del Laboratorio degli Archetipi con la partecipazione di attori, scolaresche, comunità e associazioni locali. L’azione scenica quest’anno fa riferimento ad una leggenda siciliana del 17º secolo quanto mai attuale. Siracusa, sotto assedio, è stremata dalla fame. I siracusani disperati accorrono al luogo dove Lucia era sepolta per implorare la fine della guerra. Una tempesta improvvisa costringe alcune navi cariche di grano a fare rotta verso il porto della città per non naufragare. I siracusani gridano al miracolo compiuto dalla Santa, ma era impossibile macinare tanta quantità di grano. Si decise quindi di farlo cuocere in acqua bollente e, una volta lessato, distribuirlo tra la gente. Tradizione che è rimasta: il grano bollito viene spesso candito o ricoperto di cioccolato ed è un dolce tipico della festa e benaugurale, la cuccìa. MANTOVA I bambini aspettano la Santa per strada per abbracciarla. I genitori nei giorni precedenti fanno ogni tanto suonare un campanellino per ricordarne l’arrivo imminente. Le iniziative in città sono davvero tante. Eccone alcune: Santa Lucia al quartiere Rabin - Domenica 10 dicembre alle ore 17.30 la santa arriva in groppa all’asinello. Un'emozionante apparizione di Santa Lucia arricchirà la domenica 10 dicembre a Mantova. A partire dalle 16, Santa Lucia e il suo fedele asinello incontreranno tutti i bambini per distribuire dolcetti e caramelle per le vie del suggestivo centro storico. Alle 16.30, la Santa farà tappa in piazza Erbe, per poi raggiungere i Mercatini di Natale di Piazza Virgiliana. In centro storico martedì 12 dicembre alle 16 "Festa della Luce 2023". In occasione della vigilia di Santa Lucia - per riflettere sulla Pace insieme ai bambini - tre cortei partiranno da Piazza Gasometro, Piazza Martiri di Belfiore e Piazza Virgiliana. I partecipanti potranno ritirare un nastro per la Pace e scoprire come contribuire alla raccolta fondi per l'Unicef. Il punto di arrivo, Piazza Sordello, sarà illuminato da un emozionante spettacolo di luci, accompagnato dall'asinello di Santa Lucia. L'evento è promosso da Segni d'Infanzia e Comune di Mantova, con la collaborazione di enti e associazioni locali. In alcune località del Basso Mantovano Lucia arriva in barca e accende candele. CREMONA CASTELLEONE Dalle ore 15 alle 22 del 12 dicembre mercatini e street food in via Roma. Nello stesso giorno sotto il Torrazzo dalle ore 16,15 alle 17,30 "Il viaggio di Santa Lucia", giochi e laboratori per bambini (è prevista una piccola quota di iscrizione tel. 340 6682221 organizzazione APS Filo d'erba). Alle 17,30 spettacolo itinerante con artisti di strada nel centro storico con partenza dal Torrazzo con il gruppo "Teatro al fosso". Sempre sotto al Torrazzo alle 20,45 esibizione degli Zampognari con la banda locale. CREMA  Mercoledì 13 alle 17 in piazza Duomo presentazione di "Insula Fulcheriva". Lunedì 11 (ore 14-20) e martedì 12 (9-24) bancarelle di Santa Lucia in piazza Duomo. Info Ufficio Commercio tel. 0373 894224.