Rozzano, viveva nella cantina delle case Aler: denunciata

Agli agenti la donna, 30 anni, ha detto di aver pagato un altro soggetto per utilizzare il locale come rifugio

Gli agenti della Polizia Locale escono dalle cantine Aler
Gli agenti della Polizia Locale escono dalle cantine Aler

Rozzano, 30 gennaio 2024  - Cucina in una cantina del quartiere Aler, una giovane donna di 30 anni è stata denunciata per occupazione abusiva dalla polizia locale, nel corso di un intervento mirato presso le cantine di via Zinnie nel quartiere Aler. 

La donna alla vista degli agenti, ha tentato di opporsi ai controlli mentre stava cucinando nei locali cantina servendosi di un piccolo braciere. Soggiornava all’interno dello scantinato dove è stato trovato anche un giaciglio di fortuna e altri suoi oggetti personali. Agli agenti ha detto di aver pagato un altro soggetto per poter utilizzare la cantina come rifugio. Sulla vicenda sono quindi in corso gli accertamenti per identificare i responsabili.

Le cantine delle case popolari di Rozzano sono un crocevia di fantasmi che occupano e tal volta pagano per occupare locali spesso abbandonati da anni. Succede, in effetti, che molti residenti non ne vogliano più sapere delle loro cantine ormai totalmente degradate. Solo pochi giorni fa erano state liberate altre due cantine occupate abusivamente.