Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 gen 2022

Culla termica sull'aereo, neonata di un giorno salvata da un volo militare

La piccola trasportata nella notte dall'ospedale Alghero al Gaslini di Genova. Ieri una bimba era nata su un volo della Qatar Airways

16 gen 2022
'Miracle' (miracolo) Aisha, � una bimba appena nata su un volo della Qatar Airways proveniente da Doha e diretto in Uganda, grazie all'intervento di una dottoressa canadese, Aisha Khatib, docente all'Universit� di Toronto. L'aereo era partito da circa un'ora da Doha quando a bordo � scattata la ricerca per un medico: una donna, un'immigrata ugandese in Arabia Saudita che era di ritorno nel suo Paese si apprestava a partorire. Cos� � nata Aisha, un po' in anticipo a 35 settimane di gravidanza, ma in salute. Il nome Aisha le � stato dato proprio in onore della dottoressa.
TWITTER
+++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ +++NO SALES; NO ARCHIVE; EDITORIAL USE ONLY+++
La bimba nata su un volo della Qatar Airways proveniente da Doha e diretto in Uganda
'Miracle' (miracolo) Aisha, � una bimba appena nata su un volo della Qatar Airways proveniente da Doha e diretto in Uganda, grazie all'intervento di una dottoressa canadese, Aisha Khatib, docente all'Universit� di Toronto. L'aereo era partito da circa un'ora da Doha quando a bordo � scattata la ricerca per un medico: una donna, un'immigrata ugandese in Arabia Saudita che era di ritorno nel suo Paese si apprestava a partorire. Cos� � nata Aisha, un po' in anticipo a 35 settimane di gravidanza, ma in salute. Il nome Aisha le � stato dato proprio in onore della dottoressa.
TWITTER
+++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ +++NO SALES; NO ARCHIVE; EDITORIAL USE ONLY+++
La bimba nata su un volo della Qatar Airways proveniente da Doha e diretto in Uganda

Genova - Si è conclusa nella tarda serata di ieri, 15 gennaio, la missione di un Falcon 900 del 31esimo Stormo dell’Aeronautica Militare con a bordo una piccolissima paziente di un solo giorno di vita per la quale si è reso necessario il trasporto sanitario di urgenza dall`Ospedale Civile SS. Annunziata di Sassari all’ospedale pediatrico Gaslini di Genova. Il Falcon 900 dell’Aeronautica Militare, decollato dall’aeroporto di Ciampino, è giunto all’aeroporto di Alghero dove, nel rispetto delle misure precauzionali connesse all’emergenza sanitaria Covid-19, ha effettuato l’imbarco del neonato all’interno di una culla termica e dell’equipe medica.

Il velivolo militare è atterrato a Genova in tarda serata, dove la piccolissima paziente ha potuto continuare il suo viaggio di trasferimento verso l’ospedale pediatrico Gaslini. Il volo salva vita, richiesto dalla Prefettura di Sassari, è stato immediatamente coordinato dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti anche quello di disporre e gestire questo tipo di missioni attraverso l’attivazione di uno dei velivoli che la Forza Armata tiene pronti, 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, per questo genere di necessità.

Attraverso i suoi reparti di volo, l`Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche marginali per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46^ Brigata Aerea di Pisa.

Soltanto ieri una bimba era nata su un volo della Qatar Airways proveniente da Doha e diretto in Uganda, grazie all'intervento di una dottoressa  canadese, Aisha Khatib, docente all'Università di Toronto. L'aereo era partito da circa un'ora da Doha quando a bordo è scattata la ricerca per un medico: una donna, un'immigrata ugandese in Arabia Saudita che era di ritorno nel suo Paese si apprestava a partorire. Lo riferisce la Bbc. Così è nata Aisha, un pò in anticipo a 35 settimane di gravidanza, ma in salute. Il nome Aisha le è stato dato proprio in onore della dottoressa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?